Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA LORETO (AN) 97.900

Vasco Rossi in concerto: 10 emozioni del tour VascoNonStop Live 2018 Torna sul palco dopo Modena Park e parte dalla data zero a Lignano 28-05-2018

Vasco Rossi, con il tour VascoNonStop Live 2018, torna in concerto dopo Modena Park e parte da Lignano Sabbiadoro. Ecco 10 emozione del live, dalle canzoni della scaletta alla band e al palco, dopo aver visto la data zero con oltre 26mila fan accorsi allo stadio Teghil.

1. L’ATTESA. La festa inizia presto. I fan, giunti da ogni parte d’Italia, aspettano l’arrivo del Blasco in piedi, seduti e stesi su teli nelle ore precedenti allo show: nell’attesa cantano i brani del rocker, intonano cori per lui e preparano gli striscioni

2. IL PRE-SHOW. La musica di Radio Italia, Radio Ufficiale del tour, fa cantare e ballare il pubblico, com’era già accaduto all'evento "epocale" di Modena Park l'1 luglio 2017. Con il nostro dj set e i nostri speaker, il party comincia ad entrare sempre più nel vivo

3. LO STADIO. Il rocker riparte dagli stadi, da nord a sud: dopo la data zero al Teghil di Lignano Sabbiadoro (Udine), suona all’Olimpico di Torino l’1 e il 2 giugno, per poi esibirsi all’Euganeo di Padova il 6 e il 7, all’Olimpico di Roma l’11 e il 12 e al San Nicola di Bari il 16 e il 17, fino al San Filippo di Messina il 21, un importante ritorno molto atteso in Sicilia

4. LE CANZONI. Vasco ha un vasto repertorio di hit condivise da più generazioni contemporaneamente. Il live è una goduria di oltre due ore e mezzo di musica per una trentina di brani come Cosa succede in città che apre il live in versione “metal industrial”, Fegato spappolato dai “favolosi anni 80”, Adesso che tocca a me, Stupido Hotel e poi Delusa nel mashup del medley rock

5. LA SCALETTA. Tra momenti hard rock e ballate struggenti, ci sono altri due medley, elettro-dance e acustico, e anche l'accenno della cover dei MetallicaEnter sandman”. Il risultato finale è un climax emotivo di potenza musicale, con un sound intenso e compatto che martella dall’inizio alla fine

6. LA BAND. “I musicisti che mi seguono dal vivo”, spiega Vasco Rossi, “Sono sempre tra i migliori nel loro ‘ruolo’: proprio come in una squadra di calcio sono perfettamente affiatati e nel tempo hanno sviluppato quel suono ideale e compatto che certamente non ha eguali nel mondo. Quando registriamo i concerti live suonano già perfetti come in un disco”. Così il gruppo “migliore al mondo” vede alla batteria Matt Laug, alle chitarre il “mitoStef Burns e il produttore Vince Pàstano, alle tastiere Alberto Rocchetti e Frank Nemola (anche alla tromba) mentre al basso Claudio Golinelli "Il Gallo", dopo un malore, è stato sostituito da Andrea Torresani che ha studiato tutti i brani in una notte

7. GLI ESPERIMENTI. Ma non è finita. Nella strada iniziata insieme a due grandi amici che non ci sono più, il chitarrista Massimo Riva e il produttore Guido Elmi, il Komandante continua a sperimentare includendo ad esempio nella line up una figura come Beatrice Antolini, postmoderna polistrumentista che canta e suona percussioni, chitarra, basso e pianoforte. La giovane artista sorprende tutti grazie alla sua ecletticità e padronanza del palcoscenico

8. LA SCENOGRAFIA. È un palco rock che ricorda grandi carri ponti e container da trasporto: un luogo di costruzione, un cantiere dove tutto è in continuo movimento, come il Blasco. Degli enormi blocchi di video, 600 mq in totale, sono mobili grazie a particolari automazioni in senso verticale e in senso longitudinale. Il palcoscenico ha un ingombro totale di 70,28 metri in larghezza e una profondità di 19, per un’altezza di 22. Le luci consistono in ben mille corpi illuminati, per più del 90% di tecnologia LED, con 50 sorgenti laser.

9. I NUMERI. Il concerto è una macchina enorme. Sono necessarie circa 80 tonnellate di zavorre in cemento ad ogni show per stabilizzare le strutture in ferro contro la forza del vento. Il peso totale delle attrezzature appese al tetto del palco è di 75 tonnellate. Vengono usati 150 motori per le movimentazioni e le attrezzature sospese. La potenza media dell’audio è mezzo milione di watt. Sul palco ci sono anche 24 punti fiamma di 10 metri di altezza. Il tour VascoNonStop Live 2018 gira per l'Italia con 46 bilici più una motrice e uno staff di 231 persone.

10. VASCO. Lui è l’emozione primordiale del rock italiano da oltre 40 anni. È il numero 10 del calcio applicato alla musica: un vero fantasista nella scrittura, nelle canzoni e sul "fronte del palco"

 


Autore:
Francesco Carrubba
28-05-2018 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO