Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA GUGLIONESI (CB) 104.500

Fiorella Mannoia: Combattente, le donne, il voto in America e Sangiorgi Anche lei ha voluto ricordare il nostro Franco Nisi 08-11-2016

Una Combattente da molto prima di pubblicare questo disco”. Con queste parole, Paola “Funky” Gallo introduce Fiorella Mannoia che presenta a Radio Italia il suo nuovo album “Combattente”.

Ieri l'intervista con i Tiromancino si era chiusa con un saluto al nostro Direttore Franco Nisi e anche Fiorella ha voluto rendergli omaggio in diretta: “Dietro le quinte stavamo ricordando quando eravate nella vecchia sede. Io e Franco stavamo ore a parlare nello studio che chiamavamo 'La Caverna'. La sua scomparsa è un dolore per tutti noi”.

In questo disco scorre tutta la tua vita. È un vero inno ai ricordi, alla vita che verrà e che c'è stata.Chi mi ha dato queste canzoni mi conosce. L'album è un inno alla speranza, gli autori si sono concatenati e sono andati tutti verso la stessa direzione. Da 'Combattente' in poi è tutto collegato e autobiografico, non a caso è il disco più autobiografico che abbia mai fatto”.

'Combattente' ti somiglia anche se non l'ha scritta tu.Infatti tutti mi chiedono se l'ho composta io, vorrei averlo fatto. Quando Federica Abbate e Cheope (autori del pezzo, ndr) me l'hanno fatta sentire, mi sono commossa. Non ho la presunzione di essere l'unica combattente, ognuno di noi ha la sua battaglia. Cadiamo e ci rialziamo, il tutto per essere felici”.

Il video di “Combattente” è una clip in divenire, col cinema stai prendendo confidenza...È un mini-film, il primo capitolo di una serie proprio per la concatenazione delle canzoni. La protagonista è una combattente per eccellenza, l'atleta paralimpica Alessia Donizetti. È il simbolo più alto di chi combatte contro tutte le difficoltà e con un arto artificiale riesce a vincere”.

A questo proposito, alle recenti Paralimpiadi la squadra italiana ci ha insegnato il sorriso.Ho avuto la fortuna di conoscere Bebe Vio, ho cantato davanti a lei e ci siamo scambiate uno di quegli abbracci che non si dimenticano. Lei, Alex Zanardi... Bisognerebbe fare bagni costanti nei loro discorsi”.

Questo disco parla tanto delle donne e della condizione femminile. Siamo sempre un po' svantaggiate...Tanti passi in avanti sono stati fatti ma è ancora molto lunga. Abbiamo stipendi inferiori rispetto agli uomini, anche nel mio campo. Quando ci sono i conflitti nel mondo, pagano sempre le donne”.

Quindi in America spera che vinca una donna?Non invidio gli americani.. Con tutta la gente che c'è proprio sti 2 dovevano scegliere...”.

Nessuna Conseguenza (probabilmente il prossimo singolo, ndr) è una canzone molto importante. Racconta di quelle donne che sono state vittima di una dipendenza affettiva e che ne sono uscite.Quando raggiungi questa vetta, non c'è più rancore né vendetta. Si guarda avanti e si cammina da sole. Gli uomini spesso fanno sentire le donne inadeguate e dipendenti. Però la donna non è una proprietà come una bicicletta o una macchina. Anche noi esercitiamo violenze psicologiche, ma quasi mai fisiche come purtroppo accade all'opposto”.

Non manca molto al tour (al via l'1 dicembre a Bergamo)...C'ho un po' d'ansia. L'ultima tournée ha avuto un successo strepitoso e quando è finita mi sono chiesta 'Cosa farò la prossima volta?'. Certamente sarà un tour molto più elettronico”.

In “Combattente” c'è “L'ultimo Babbo Natale”, canzone scritta da Giuliano Sangiorgi che ha un incedere pazzesco.È la conseguenza de 'Le Parole Perdute', Giuliano è partito da lì. Le parole sono l'arma più importante che abbiamo, bisogna saperle dosare. Quello che è detto è detto e rimane. È come un cane che hai sciolto, quando è partito è partito”.

In passato sei riuscita a valorizzare cantautori che non erano così popolari. Stavolta è il caso di Fabrizio Moro.Dovevamo collaborare subito dopo 'Sud'. Fabrizio mi ha portato due canzoni straordinarie. Bisogna dare spazio ai giovani autori e musicisti, per evolvere e non ripetere sempre la stessa cosa. Io non mi metto paletti, non lo faccio più. Spesso sono stata criticata perché collaboravo con ragazzi usciti dai talent ma non ha senso. Si parte sempre dalla musica, poi chi vale rimarrà”.


08-11-2016 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO