Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA ISERNIA (IS) 96.300

Fabrizio Moro, video intervista: Figli di nessuno, sogni, amore e cinema Il traguardo del Forum di Milano e la sua indole: “Non mi sta bene niente” 20-06-2019

Fabrizio Moro ha da poco lanciato il suo nuovo singoloFigli di nessuno” con Anastasio. Questo “Figli di nessuno”, che ha dato il titolo al suo ultimo album, se lo è anche tatuato sul collo: “È una cosa che accade spesso, avendo mia sorella che fa i tatuaggi, mi ha usato come cavia. A un certo punto ho iniziato a tatuare le frasi delle mie canzoni e anche i titoli degli album. Avendo pubblicato dieci album, non c'è più spazio”, ha detto l'artista alla redazione di Radio Italia solomusicaitaliana.

Nella video intervista #atupertu, Fabrizio Moro ha parlato anche del suo carattere polemico, di sogni e amore, di cinema e di concerti.


Nella traccia “Non mi sta bene niente”, il cantautore di San Basilio canta “Io non so perché ho sempre da ridire”. A questo proposito Fabrizio ha raccontato: “È una cosa su cui ho lavorato molto nella vita. Sono nato con la polemica dentro. Quando ero piccolo e magari mia mamma mi comprava un pacchetto di patatine dove c'era disegnata la sorpresa. Poi dentro non trovavi mai la sorpresa come era sul pacchetto e allora io volevo fare causa all'azienda”.

Nel suo ultimo lavoro “Figli di nessuno” ci sono due parole che tornano spesso “sogni” e “amore”: “Tornano spesso anche nella vita di tutti i giorni. Attraverso i sogni ho imparato ad assaporare la libertà e l'amore è il filo conduttore di tutto quello che mi lega alla vita”, ha spiegato Moro.

Tra i sogni di Fabrizio Moro c'è anche quello di scrivere una colonna sonora, magari per un film di Michele Placido: “Sì, ho mandato l'input a Michele, però ancora non mi ha chiamato”, ha commentato.

Rimanendo in tema cinema, il cantautore ha detto che, quando non è preso dalla musica e dai figli Libero e Anita, guarda film: “Mi piace un po' tutto, preferisco il thriller agli altri generi ma guardare un buon film è sempre un ottimo presupposto per rilassarmi e staccare la testa da tutto quello che faccio”.

Tra i sogni nel cassetto c'è sempre un romanzo: “Mi sono ritrovato in momenti di caos tremendi, da due anni a questa parte, tra concerti, album e Festival di Sanremo e tutto quello che è accaduto, non ho avuto tempo di finirlo”.

A ottobre, Fabrizio Moro tornerà live. Dopo il sogno, realizzato, di suonare allo Stadio Olimpico, c'è un altro luogo in cui vorrebbe suonare? “Il Forum di Assago è un altro sogno che si realizza. È un po' come l'Olimpico a Roma per me. È un'altra meta che avevo messo nel cassetto dei sogni e non vedo l'ora. Vi aspetto lì il 26 ottobre”.

Autore:
Chiara Cipolla
20-06-2019 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO