Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA MILANO (MI) 98.400

Daniele Ronda

BIOGRAFIA

Daniele Ronda nasce a Piacenza il 23 ottobre 1983. Inizia la sua carriera da giovanissimo collaborando come autore per Nek, che sceglie due dei suoi brani, Almeno stavolta (al primo posto nella classifica Italiana e in quella Sud Americana) e L'anno zero, come singoli di lancio per l’album Nek The Best Of... l'Anno Zero (2003).  

La sintonia nata fra i due artisti fa si che, nel 2005, altri quattro brani di Daniele Ronda vengano scelti da Nek per il suo nuovo album: Lascia che io sia, Notte bastarda, Va bene così e la titletrack Una parte di me. Con Lascia che io sia Nek vince l’edizione 2005 del Festivalbar e il brano viene esportato sul mercato latino con il titolo Para ti seria. L’anno successivo, Daniele firma i brani Cri, Sei, e Ancora un giorno di te per l’album Nella stanza 26 e, nel 2009, Nek inserisce Tira su il volume, un altro pezzo di Daniele, nel suo album Un’altra direzione. Firma anche brani per Massimo di Cataldo (Amami -2006) e Mietta (Guardami, Con il sole nelle mani  e Baciami adesso, quest’ultimo presentato al Festival di Sanremo 2008, e per il quale Ronda è anche arrangiatore e produttore artistico). L’artista ha inoltre l’occasione di misurarsi anche con la musica dance, componendo, tra gli altri, il brano Desire per il deejay Molella.  

Durante questi anni, Daniele Ronda inizia a coltivare anche la sua voglia di trasmettere emozioni con la voce, così nel 2004 realizza il proprio singolo d'esordio Come pensi che io, brano che lo porta sul palco del Festivalbar dello stesso anno. Nell'estate del 2010 esce il singolo Lo so sei tu, presentato in anteprima su Radio Italia, che balza nella top ten dei brani indipendenti più programmati. Dopo 4 mesi, entra nei 10 finalisti di Sanremo Lab, presentandosi al prestigioso concorso con un brano in dialetto piacentino, La nev e il su

La vera svolta arriva nel 2011, quando Jonny Malavasi (suo attuale manager) fonda il Folklub, non solo una band, ma persone, mezzi e amici a completa disposizione del nuovo progetto di Ronda, tra gli altri Sandro Allario (grande fisarmonicista di origine ligure) e Carlo Raviola (bassista cuneese di valore). Da qui prende finalmente forma il nuovo percorso dell’artista, che trova la sua espressione nel connubio tra folk e il dialetto: nascono quindi le 12 tracce del suo album d’esordio Daparte In Folk, che vende oltre 5.000 copie. Il disco contiene duetti con Davide Van De Sfroos e Danilo Sacco (ex cantante dei Nomadi), oltre ad alcuni brani scelti per diventare la colonna sonora del film La finestra di Alice (con Sergio Muniz, Fabrizio Bucci, e Debora Caprioglio).

Dopo l’uscita del disco, Daniele Ronda parte per una lunga tournée che lo porta ad esibirsi in tutta Italia. Nel novembre 2012 pubblica il suo secondo disco La sirena del Po, contenente 13 brani inediti di cui 6 in dialetto piacentino. Dal 1° dicembre dello stesso anno Ronda tiene oltre 120 concerti in tutta Italia. A coronare un 2013 di successi, è il prestigioso Premio Lunezia, che riconosce le doti cantautorali di Daniele Ronda.

Il 25 marzo 2014 torna sulla scena con un nuovo progetto discografico, La Rivoluzione, il 1° maggio presenta l’omonimo brano sul palco del Concertone in piazza San Giovanni a Roma e il 31 maggio allo Stadio Olimpico di Roma e il 7 giugno allo Stadio San Siro di Milano apre i concerti di Ligabue.

Discografia La Rivoluzione

La Rivoluzione

  • La rivoluzione
    2014
  • Gli occhi di mia nonna
    2014
  • Ognuno di noi
    2014
  • Un attimo
    2014
  • Sembra che pianga
    2014
  • Del nostro amore
    2014
  • Le donne italiane
    2014
  • La regina
    2014
  • Il dottore
    2014
  • La monetina
    2014
  • Il fuoco ed il tempo
    2014

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO