Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA CERVIGNANO DEL FRIULI (UD) 101.900

Angelo Branduardi

BIOGRAFIA

Angelo Branduardi è nato nel 1950 a Cuggiono, piccolo paese della campagna vicino a Milano. La sua famiglia si trasferì ben presto a Genova, dove Angelo trascorse la sua infanzia e la prima adolescenza. Qui, presso il Conservatorio Niccolò Paganini, iniziò lo studio del violino conseguendo il diploma in giovane età ed esordendo come solista con l'orchestra del Conservatorio. L'anno 1974 segnò il suo debutto discografico: la RCA pubblicò l'album Angelo Branduardi, arrangiato da Paul Buckmaster. Nel 1975 il secondo album La luna segnò l'inizio della collaborazione con Maurizio Fabrizio, poliedrico musicista che tutt'ora lavora con Angelo, sia dal vivo che in studio. Nel 1976 Angelo cambiò casa discografica, passando alla Polygram in Italia e all'Ariola in Europa e pubblicò Alla Fiera dell'Est, che gli valse il Premio della Critica Discografica. Caratterizza questo album la scelta di ispirarsi per i testi alle favole popolari di tutto il mondo, dalla filastrocca ebraica di Alla Fiera dell'Est, alla tradizione celtica de La serie dei numeri, alla poesia tedesca di Sotto il tiglio. Nel gennaio 1978 uscì l'album La Pulce d'acqua, in cui compare in qualità di ospite il musicista sardo Luigi Lai, virtuoso delle "launeddas", antichissimo strumento a fiato. In quell'anno parte per un lunghissimo tour che lo porta in giro per tutta l'Europa.

A questa tournée seguì nel 1980 la Carovana del Mediterraneo, che ebbe come ospiti Stephen Stills, Ritchie Havens e Graham Nash. Fra le due tournée, nel 1979 uscì Cogli la prima mela, album di grande successo a livello europeo, premiato dalla critica tedesca e da quella europea. Nello stesso anno Angelo si esibisce a Parigi alla "Fète de l'Humanitè" davanti ad un eccezionale pubblico di 200.000 persone. All'evento seguì la pubblicazione dell'album dal vivo Concerto (1980).  Nel 1981 Branduardi riprese la collaborazione con Paul Buckmaster per l'album Branduardi che gli valse in Germania il premio come miglior artista dell'anno. Nel 1983 uscì l'album Cercando l'oro, in collaborazione con Maurizio Fabrizio al quale fece seguito un lunghissimo tour di oltre cinquanta concerti in tutta Europa. Nel 1983 Branduardi comincia a lavorare anche per il cinema, componendo la colonna sonora del film di Luigi Magni State buoni se potete, per il quale vinse il David di Donatello ed il Nastro D'Argento; e subito dopo Momo di J. Schaaf, Secondo Ponzio Pilato e Luci lontane di Aurelio Chiesa. Nel 1984 partì un tour italiano, i cui proventi furono devoluti all'Unicef. Nel 1985 uscì l'album Branduardi canta Yeats: dieci liriche del grande poeta irlandese William Butler Yeats, tradotte da Luisa Zappa, moglie di Angelo e coautrice dei suoi testi, e musicate da Branduardi.

Nel 1988 uscì l'album Pane e Rose e nel 1990 Il ladro. Nel 1992 l'album The best of segnò l'inizio della produzione di Branduardi per la EMI. Nel 1993 uscì Si può fare, ottimo successo di critica e di pubblico, seguito da una tournée di oltre settanta spettacoli in tutta Europa.  Nel 1994 uscì Domenica e lunedì, ancora una volta in collaborazione con Maurizio Fabrizio. Autori dei testi Luisa Zappa, Paola Pallottino, Eugenio Finardi, Roberto Vecchioni e Pasquale Panella. Nel novembre dello stesso anno iniziò un tour in oltre venti teatri in Italia, seguiti da una sessantina di concerti in tutta Europa. Da questo tour è nato l'album dal vivo Camminando Camminando che include i due inediti in studio L'apprendista stregone e Piccola canzone dei contrari, testi di Giorgio Faletti. All'album è seguita una lunga tournée europea. Nel dicembre 1996 ha pubblicato per la EMI Classics Futuro Antico, realizzato con il gruppo Chominciamento di Gioia e diretto dal Maestro Renato Serio, un excursus attraverso pagine sacre e profane del medioevo e del primo rinascimento. Il dito e la luna, uscito nel 1998, nasce ancora dalla collaborazione con Giorgio Faletti e vede la presenza dei migliori musicisti italiani. Nel novembre del 1998 la EMI pubblica Branduardi Studio Collection 33 canzoni che ripercorrono tutta la sua discografia partendo da Alla fiera dell'est, La pulce d'acqua, Cogli la prima mela per arrivare al Giocatore di biliardo. Nel giugno 1999 prosegue il ciclo dedicato alla musica antica con la pubblicazione Futuro antico II, in collaborazione con il maestro Renato Serio. A gennaio del 2000 viene pubblicato Infinitamente Piccolo, un omaggio che Branduardi rivolge a San Francesco, alla sua grandissima umiltà, nonchè umanità. Nel disco danno il loro contributo artisti internazionali, come Madredeus e Muvrini e i più importanti nomi nazionali come Franco Battiato, Ennio Mricone e Nuova Compagnia di Canto Popolare.

Nel 2003 esce Altro ed altrove, nel quale vengono musicate poesie d'amore di differenti popoli e di diverse epoche storiche. Nel 2011 è il turno di Così è se mi pare a cui segue l'anno dopo Camminando camminando 2, una raccolta di brani pubblicati dal 1996 tratti da diversi album. L'ultimo album pubblicato è Il rovo e la rosa - Ballate d'amore e di morte, che contiene ballate inglesi del periodo elisabettiano, alcune già rielaborate in precedenza ma qui in una nuova veste.

Photogallery correlate (1)

Discografia

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO