Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA MEZZOCORONA (TN) 89.000

Alice

BIOGRAFIA

Alice, nome d'arte per Carla Bissi, nasce a Forlì il 26 settembre 1954. inizia la sua carriera giovanissima, con il suo vero nome, partecipando a vari concorsi per nuovi talenti. Nel 1971 vince il Festival di Voci Nuove di Castrocaro con una sua originale interpretazione del brano dei Pooh Tanta voglia di lei. L'anno successivo partecipa al Festival di Sanremo con la canzone Il mio cuore se ne va composta da Memo Remigi , ma non entra in finale; nello stesso anno si rifà vincendo la Gondola d'argento a Venezia presentando alla Mostra Internazionale di Musica Leggera il brano "La festa mia" composto da Franco Califano.

Nel 1975 inizia la sua carriera da professionista utilizzando il nome d'arte Alice Visconti e realizza il suo primo album La mia poca grande età, composto da canzoni con testi di Stefano D’Orazio e musiche di Dodi Battaglia dei Pooh. Segue nel 1997 la pubblicazione dell'album Cosa resta... un fiore, ma l'anno della svolta è il 1980: cambia produttore (la segue Angelo Carrara), cambia etichetta discografica (passa alla EMI), il nome d'arte diventa semplicemente Alice e inizia la collaborazione con Franco Battiato. Da questa collaborazione nasce Capo Nord, con il singolo Il vento caldo dell'estate suo primo vero successo di classifica. Nel 1981 vince il Festival di Sanremo con il brano Per Elisa a cui farà seguito l'album Alice e l'inizio di numerose affermazioni anche all'estero che culminano con il suo primo tour europeo. Sia il singolo che l'album vengono pubblicati con particolare successo in Germania, dove l'artista raggiunge subito una discreta popolarità. 

Nel 1982 pubblica Azimut, album che la vede collaborare ancora una volta con Franco Battiato assieme al quale interpreta Chanson Egocentrique. Nel 1983 esce l'album Falsi allarmi e vince la manifestazione Azzurro. Nel 1984 collabora con il cantautore tedesco Stephen Waggershausen, con il quale duetta nel brano Zu nah am feuer, un 45 giri chevenderà più di un milione di copie. Nello stesso anno partecipa in coppia con Franco Battiato all'Eurofestival che si svolge in Lussemburgo , con il brano I treni di Tozeur, che rimane ad oggi il suo singolo più venduto in Italia. Nel 1985 il Club Tenco le conferisce il premio quale miglior interprete femminile. Nello stesso anno pubblica Gioielli rubati, registrato al Power Station di New York e interamente dedicato alle canzoni di Franco Battiato.

Nel 1986 è la volta di Park Hotel un album che segna una nuova svolta nella carriera di Alice; terminata la collaborazione con Franco Battiato l'album viene realizzato con la supervisione di Francesco Messina e la partecipazione di nomi prestigiosi del panorama musicale internazionale quali Tony Levin, Jerry Marotta e Phil Manzanera. Nel 1987 riceve in Germania il premio della critica per Elisir, un album in cui raccoglie le rivisitazioni di alcuni successi del passato, unitamente a due inediti. Contemporaneamente in Giappone esce Kusamakura. Nel 1988 viene distribuito Melodie passagere, disco che raccoglie melodie di Satie, Faurè e Ravel. Nel 1989 pubblica Il sole nella pioggia, con gli ex Japan Steve Jansen e Richard Barbieri, John Hassel, Paolo Fresu, Dave Gregory, Kudsi Ergunere in collaborazione con Peter Hammil. Nel 1992 viene distribuito Mezzogiorno sulle Alpa cui segue un lungo tour europeo realizzato con Danny Thompson, Gavin Harrison, Dave Gregory, Paolo Fresu, Richard Barbieri e Jakko Jakszyk dei Level 42. Il 1994 è l'anno di Art e Decoration programma con musiche di Hahn, Ives, Ravel, Monstalvage, Sadero, Faurè ed altri, con cui tiene alcuni concerti nel mese di maggio insieme all'orchestra sinfonica Arturo Toscanini e con il quale debutta al Teatro Regio di Parma. Nel 1995 esce Charade, con la partecipazione di Trey Gunn, Stewart Gordon, Paolo Fresu e il California Guitar Trio; è il primo lavoro realizzato per la nuova etichetta discografica, la WEA.

Nel 1998 registra Exit un album aperto a nuove sonorità e che contiene Open your eyes in coppia con Skye dei Morcheeba; parallelamente nasce il progetto God is my Dj. Nel 1999 proseguono i concerti di God is my Dj e viene pubblicato l'album omonimo: un viaggio attraverso mondi musicali diversi ed eterogenei, lungo un percorso che propone non musica sacra, ma la ricerca del sacro nella musica. Nel 2000 partecipa al Festival di Sanremo con la canzone Il giorno dell'indipendenza scritta per lei da Juri Camisasca e ai primi di marzo esce Personal juke box un album che oltre a tre inediti, comprende i successi di Alice, alcuni dei quali riarrangiati (spicca la nuova versione di Chanson Egocentrique in duetto coi Bluvertigo).

Dopo una lunga gestazione, nell'autunno del 2003 viene pubblicato per l'etichetta indipendente Nun Viaggio in Italia, un omaggio ai grandi cantautori italiani. Al centro del progetto ci sono due inediti legati alle poesie di Pier Paolo Pasolini Febbraio e Al Principe. Nel 2004 canta il brano Sospesa, partecipando al progetto degli Zerouno, con la produzione artistica di Luca Urbani. Tra il 2006 e il 2008 tiene alcuni concerti con il nuovo progetto Lungo la strada, nel quale, attraverso il proprio percorso musicale, Alice pone l'attenzione su alcuni temi quali l'amore, la guerra, la poesia, la ricerca di sé stessi, la fede, costantemente al centro dell'esistenza.

A fine marzo 2009, Alice pubblica il suo primo disco dal vivo, intitolato Lungo la strada live, con la sua Arecibo Edizioni Musicali. Il 21 giugno 2009 partecipa ad Amiche per l'Abruzzo, concerto benefico svoltosi allo Stadio San Siro di Milano e finalizzato alla raccolta di fondi per la popolazione dell'Abruzzo a seguito del tragico terremoto. Nel 2010, Alice torna a collaborare con Stefan Waggershausen nel brano Was soll ich dir sagen. Dopo 14 anni dall'ultimo disco di inediti, il 18 settembre 2012 esce l'album Samsara. l 19 e il 20 gennaio 2014, al Teatro Comunale di Bologna va in scena lo spettacolo di Marco Goldin su musiche di Franco Battiato La ragazza con l'orecchino di perla. La protagonista, rappresentata in due età differenti, è interpretata da Alice e Francesca Michielin, le quali duettano nel brano che dà titolo alla rappresentazione.

Il 23 settembre 2014 esce il nuovo album di Mario Venuti dal titolo ”Il tramonto dell'Occidente” che vede la partecipazione di Alice nel brano "Tutto appare".

A novembre viene pubblicato l'album Weekend, che vede la collaborazione di Franco Battiato, Luca Carboni e Paolo Fresu. L'album contiene alcune cover (fra cui La realtà non esiste di Claudio Rocchi, in duetto con Battiato), alcuni inediti (come Veleni, brano scritto da Battiato e Manlio Sgalambro e scartato alle selezioni del Festival di Sanremo 2014) e alcune nuove versioni di brani propri (fra cui Da lontano, qui proposta in duetto con Luca Carboni).

Durante l'estate 2015, Alice partecipa allo spettacolo ideato da Caterina Caselli La Dolce Vita, la musica del cinema italiano dove insieme a Morgan, Raphael Gualazzi, Tosca e alla filarmonica Arturo Toscanini esegue le arie più celebri del cinema italiano e internazionale, accompagnata da immagini suggestive e scene dei film. La regia è di Giampiero Solari.

Da febbraio ad aprile 2016 Alice è impegnata con Franco Battiato in un tour italiano di trentadue date, accompagnati dalla Ensemble Symphony Orchestra. Lo spettacolo alterna momenti in cui i due artisti si esibiscono singolarmente ad alcuni duetti (fra cui E ti vengo a cercare, Sentimiento Nuevo, I treni di Tozeur). Il tour registra il sold out in tutte le date, tant'è che a luglio vengono riproposte diverse date.

E' prevista la pubblicazione di un cofanetto del tour nell'autunno del 2016.

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO