5 PER 1000 A FONDAZIONE AIRC
Per il 2022 Fondazione AIRC ha messo a disposizione della ricerca sul cancro oltre 136 milioni di euro. Un importante investimento reso possibile anche grazie alle firme dei cittadini a favore del “5 per mille”, che hanno contribuito con più di 70 milioni di euro. Circa 55 milioni sono stati destinati a oltre 400 progetti di ricerca e più di 20 milioni al consolidamento di 8 programmi speciali dedicati allo studio della malattia metastatica, responsabile del 90% circa dei decessi per cancro.
LA MIGLIORE RICERCA SUL CANCRO CRESCE GRAZIE AL “5 PER 1000” AD AIRC
Le firme del “5 per mille” a favore di AIRC da parte di milioni di sostenitori, nei 16 anni di vita di questo importante strumento di contribuzione, hanno fatto crescere la migliore ricerca sul cancro, garantendo continuità al lavoro di migliaia di scienziati. Inoltre, hanno permesso di avviare ambiziosi programmi scientifici, con cui AIRC ha messo in rete gruppi di ricerca presenti su tutto il territorio nazionale e ha creato un modello di collaborazione virtuosa tra i migliori medici e scienziati italiani in ambito oncologico. Un impegno straordinario che ha contribuito alla costante riduzione dei tassi di mortalità per cancro nel nostro Paese: tra il 2015 e il 2021 si è registrata una diminuzione del 10% circa negli uomini e dell’8% circa nelle donne.
“Insieme alle donazioni spontanee, che costituiscono un contributo preziosissimo e indispensabile per raggiungere gli obiettivi, anche il ‘5 per mille’ aiuta a garantire, anno per anno, la stabilità finanziaria, un aspetto fondamentale che spesso manca alla ricerca” afferma Federico Caligaris Cappio, Direttore scientifico di Fondazione AIRC. “Un progetto di ricerca non dura mai un anno solo, e sapere di poter contare su fondi consistenti e regolari ha consentito ad AIRC di sviluppare nuove progettualità di lungo termine, più ambiziose ed efficaci in termini di risultati, da affiancare al sostegno puntuale ai progetti individuali dei ricercatori”.
LA FORZA DI 400 PROGETTI PLURIENNALI PER ARRIVARE A CURE PIÙ EFFICACI
La valorizzazione della carriera dei giovani talenti e la continuità dei migliori progetti di ricerca sono due aspetti centrali sui quali AIRC ha scelto di investire i fondi raccolti grazie al “5 per mille”. Attualmente sono 400 i progetti pluriennali che possono procedere senza interruzioni, tra questi c’è quello Alessandro Carrer, ricercatore dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare (VIMM) di Padova, rientrato in Italia dagli Stati Uniti grazie a un finanziamento AIRC. Carrer sta mettendo a frutto l’esperienza acquisita all’estero, riportando nel nostro Paese strumenti di lavoro e modelli sperimentali all’avanguardia, con cui sta sviluppando strategie di prevenzione più efficaci per il tumore del pancreas.
IL “5 PER 1000” È UNO STRUMENTO SEMPLICE CHE NON COSTA NULLA
Il “5 per mille” è una misura fiscale – istituita nel 2006 – che consente di donare una quota dell’IRPEF (pari, appunto, al 5x1000 dell’imposta sul reddito) a enti che si occupano di attività di interesse sociale. Donare il “5 per 1000” è molto semplice e non costa nulla: basta compilare il modello specifico – CU, 730 e UNICO – nella dichiarazione dei redditi e mettere la firma nell’apposito spazio previsto. Nella sezione relativa al Finanziamento della ricerca scientifica e della università è sufficiente firmare e indicare il codice fiscale di AIRC: 80051890152.