Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA POMEZIA (RM) 105.600

Nuova impresa per Bebe Vio! L'azzurra della scherma paralimpica ha condotto l'Italia alla conquista della Coppa del Mondo! 12-11-2018

La stagione di Coppa del Mondo vede trionfare ancora una volta un unico nome: Bebe Vio. A Tbilisi, in Georgia, l’azzurra si è aggiudicata la gara di fioretto femminile, categoria B. In finale Bebe è riuscita a battere la russa Irina Mishurova 15-5. Con questo strepitoso successo è riuscita ad aggiudicarsi aritmeticamente la Coppa del Mondo 2018, la sua quarta consecutiva dal 2015.

Ma non finisce qui.

L’atleta azzurra è riuscita a condurre l’Italia alla conquista della Coppa del Mondo a squadre con un'eccezionale rimonta nella semifinale con la Cina: all'ultimo incontro le azzurre erano sotto 40 -31, Bebe contro la fortissima Bian subisce due stoccate, poi incontro fermato per la ruota della sua carrozzina che si stacca, fortunatamente senza conseguenze. Una volta ripreso lo scontro Bebe deve recuperare 14 punti per vincere, alla Bian ne bastano 3. A quel punto qualcosa cambia: l’azzurra infila 14 stoccate. Italia 45 Cina 44. In finale con l'Ungheria si completa il trionfo, 45-33 con altre 18 stoccate complessive di Bebe Vio. Il terzetto composto da Bebe Vio, Loredana Trigilia, la capitana storica, e Andrea Mogos è ufficialmente dorato.

La prova di Coppa del Mondo di Tbilisi ha aperto la fase di qualificazione per Tokyo 2020, a poco meno di 650 giorni dall’inizio dei Giochi paralimpici in Giappone.

"Mi sono divertita così tanto che volevo che quell'assalto non finisse mai", commenta.

Dopo questi incredibili risultati anche noi non possiamo che dire: Bebe non smettere mai!


12-11-2018 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO