Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA VENARIA REALE (TO) 106.600

Umberto Tozzi: “Ti Amo la mia hit più originale, Gloria quella che rende di più” E spiega: “Ecco perché sarei potuto essere il quinto Beatles” 03-11-2015

"Dal punto di vista dei diritti Siae, ‘Gloria’ ha avuto più versioni al mondo e quindi rende più di Ti Amo, che però spicca tra i miei successi per originalità”. Umberto Tozzi ha presentato in onda a Radio Italia il nuovo album “Ma che spettacolo” che è stato anticipato dal singolo “Sei tu l’immenso amore mio”, accompagnato da un video girato a Venezia con un’attrice d’eccezione: “Bellissima la Laguna e bellissima Elisabetta Gregoraci”, ha detto a Paola “Funky” Gallo. L’edizione Deluxe del disco include un Dvd live: “Abbiamo scelto di registrarlo durante un concerto al Teatro Geox di Padova perché ha una bella acustica. Il pubblico e la scenografia sono protagonisti della riuscita di quello spettacolo”. 

Tozzi ha poi svelato una curiosità sul brano “Nel dire sì nel dire no”: “Era uno dei potenziali singoli di lancio. Per ora è uscito in Sudamerica in duetto con Lucía Méndez, artista messicana, attrice e cantante (‘No digas sì no digas no’, in versione spagnola ndr)”. Nella tracklist c’è anche “Donne al potere”: “Ho sempre avuto una grande considerazione delle donne perché hanno una marcia in più e l’importante per l’uomo è capirlo. Nella mia fantasia sogno di vedere un domani le donne al potere: potrebbero correggere l’andamento del mondo, visto che oggi i Capi di Stato vivono vendendo armi e cercando guerre, cosa che le donne non farebbero mai. Per fortuna mi è ancora concessa la libertà di sognare… Sarebbe molto meglio amarci e non vedere certe immagini che purtroppo si trovano nei tg e sui giornali. Si tratta di informazioni che toccano tutti, compreso me che faccio musica”. 

Umberto ha poi chiarito la querelle scoppiata in rete sul “quinto Beatles”: “In conferenza stampa ho risposto a una domanda ben precisa, senza nessuna presunzione o arroganza. Premesso che i Beatles hanno circa 10 anni in più di me, ho solo detto che: se fossi stato inglese e avessi vissuto quegli anni, considerando quello che ho fatto nella mia carriera a livello di numeri e vendite, invece di spostarmi da Torino a Milano magari da Londra sarei potuto andare a Liverpool e incontrare John Lennon; aggiungo che le mie canzoni nascono con gli accordi e con la cultura dei Beatles, è in questo senso che avrei potuto essere il quinto della band”. 

Umberto ha poi ripercorso i suoi successi e momenti come le critiche arrivate da Mario Luzzatto Fegiz: “Era un’epoca in cui bisognava stroncare chi aveva successo. Oggi i ragazzi che escono dai talent show vengono trattati bene dalla stampa. In parte è merito di artisti come Marco Mengoni, che ha una bella voce e personalità vocale. In parte i giornalisti adesso sono più buoni”. Il cantautore è molto amato in Francia: “Lì è avvenuto il mio primo lancio europeo dopo l’uscita di ‘Ti Amo’. Da un dj della Costa Azzurra è nato un remix del brano che veniva trasmesso continuamente. Così la Francia mi ha permesso di farmi conoscere in tutta Europa. È un Paese che protegge i suoi artisti: ogni volta che ci vado mi fanno sentire a casa”. 

In conclusione, alcune battute: “Nelle canzoni bisogna mettere delle metafore, come fare stelle di cartone con una donna nuda sul divano in Gloria o come il guerriero di carta igienica in Ti Amo, in modo che chi ascolta si fermi a pensare”; “Il live è la cosa più bella che riusciamo a vivere noi musicisti. La gente chiede: non ti sei ancora stufato? No, è il momento più bello, è lì che comincia l’avventura”; “È vero, sono stato capocannoniere della Nazionale Cantanti di calcio. Quando ho giocato insieme ad Eros Ramazzotti, io del Torino e lui della Juventus e tutti e due attaccanti, ci passavamo poco la palla…”. Intanto prosegue con nuove date il Cronologia Tour di Marco Masini.

 


03-11-2015 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO