Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA NOVARA (NO) 106.700

Tiromancino, Zampaglione: “I duetti di Fino a qui? Nati su WhatsApp” Nel disco ci sono “la Nazionale della musica italiana” e la figlia Linda 03-10-2018

L’album Fino a qui dei Tiromancino è nato su WhatsApp. Federico Zampaglione duetta con “la Nazionale della musica italiana” e la figlia Linda in canzoni come Due destini, Liberi e Amore impossibile, oltre a quattro inediti tra cui Noi casomai.

L’artista si racconta nella video intervista #atupertu.


FINO A QUI. A RADIO ITALIA LIVE - IL CONCERTO 2018 Federico ci ha detto che questo disco non lo faceva dormire: “Prima non mi faceva dormire mentre lo facevo, adesso è peggio. Lo sto promuovendo e quindi non dormo perché viaggio dalla mattina alla sera e quando hai l’adrenalina troppo in circolo non ti addormenti, non sto dormendo proprio più!”.

L’album ripercorre 30 anni di carriera tramite hit come Due destini, Liberi e Amore impossibile e include l’ultima canzone inedita lanciata come singolo Noi casomai: “Dentro c’è la nazionale della musica italiana: artisti molto diversi con caratteristiche varie ed età anagrafiche differenti, una rappresentanza del meglio della musica italiana che, mai come qui su Radio Italia, viene celebrata; per me è stato il regalo più bello”.

DUETTI. I brani in duetto con Jovanotti, Tiziano Ferro, Sangiorgi, Thegiornalisti iniziano a sorpresa con i primi versi cantati da loro: “Questo è stato un disco fatto proprio per il piacere di farlo, inizialmente si trattava di esperimenti di jam session e condivisioni. Quando poi me lo sono trovato finito davanti, veramente mi sono reso conto di quante canzoni e ospiti meravigliosi ci fossero dentro. Se l’avessi programmato, questo album non sarebbe mai nato: sarebbero serviti due anni di assistenza legale e consulenza manageriale, con il coinvolgimento di case discografiche di tutti i tipi. Invece l’ho creato tra amici su WhatsApp, con inviti via messaggio, e a un certo punto ci siamo ritrovati con l’album pronto e con quattro inediti”.

Il feat con Biagio Antonacci comincia con un suo messaggio vocale in cui invita Zampaglione a suonare il brano Un tempo piccolo nella sua cantina: “Rifletteva su come fare questa canzone e mi invitava in cantina da lui, poi in realtà l’abbiamo incisa a Roma nello studio sotto casa mia ma seguendo l’idea di farlo come due amici che si vedono e che iniziano a improvvisare con le percussioni, quelle jam session che hanno il grande pregio di essere molto spontanee, da una parte per non prendersi sul serio e dall’altro per rispettare quelle piccole alchimie e magie che la musica ti regala quando non la vuoi incasellare”.

LINDA. L'album, che il cantautore ha appena raccontato in onda a Radio Italia solomusicaitaliana, è arrivato come un regalo nel giorno del nono compleanno della figlia, che nel disco canta in Immagini che lasciano il segno, a lei dedicata.

Qual è la sua artista preferita? “Ascolta molto Beyoncé e Rihanna come molte ragazzine della sua età, però l’ho trovata anche a sentire anche i Led Zeppelin, la trap e l’hip hop: è una bambina molto appassionata di musica. Io non sto spingendo perché se no divento il classico papà che ti vuole imporre una cosa, facendo nascere un rifiuto alla base. Però osservo e vedo che ci casca sempre dentro la musica: allora un giorno era in studio con me e le ho detto ‘perché non fai questa piccola intro’? E lei l’ha fatta, adesso quando risento l’album e arriva all’improvviso questa vocina, un po’ mi commuovo e un po’ mi fa sorridere”.

Autore:
Francesco Carrubba
03-10-2018 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO