Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA BRA (CN) 106.600

Selvaggia Lucarelli: pronta per volare in Australia con “Wanderlust” Radio Italia è radio ufficiale del format televisivo, in onda nel 2017 12-09-2016

L'Australia, la fotografia, il surf, la beneficenza e un appello a Ryan Gosling. Ospite nei nostri studi, in diretta con Manola Moslehi, Selvaggia Lucarelli ha parlato della sua avventura con “Wanderlust”, il nuovo format televisivo di cui Radio Italia è radio ufficiale. Si tratta di un programma per “malati di viaggio”: il termine “Wanderlust”, di origini tedesche, significa infatti “desiderio di vagabondare”.

Parola chiave “Wanderlust”? Cos'è? “È una figata, è un programma di viaggi che tocca anche una cosa importante come la beneficenza. In ogni puntata, un personaggio più o meno famoso va in una località lontana ed estrema”.

“Purtroppo”, ti è capitata l'Australia.. “È uno sporco lavoro che qualcuno deve pur fare...

Hai unito al tuo lavoro la passione per i viaggi... “Non ero in astinenza da tv, ne ho fatta molta nell'ultimo anno e inizialmente avevo detto 'No'. Quando mi hanno spiegato che si trattava di viaggiare, di fare una valigia e andare in Australia ho rivisto le mie posizioni; siamo tutti un po' volubili... Io tornavo da un viaggio impegnativo in Myanmar però stiamo parlando dell'Australia, spesso si dice 'Ci voglio andare ma è troppo lontano'”.

Cosa vorrai assolutamente fare in Australia? “Sono molto incuriosita dalla fauna australiana, sono andata a vedere tutti gli animali strani. Farò l'esploratrice... Poi ci sono i surfisti quindi farò anche surf”.

Cosa non mancherà nella tua valigia e cosa invece lascerai sicuramente a casa? “Non mancherà la macchina fotografica perché recentemente ho scoperto una passione per la fotografia, anche se per il momento non approfondita dal punto di vista tecnico. Credo ci saranno molti panorami mozzafiato da immortalare. Non metterò invece i parei fantasia perché fanno 'sciura' e se vuoi attirare l'attenzione di un surfista... Non userò nemmeno costumi fosforescenti a fascia ma andrò con la mini muta perché ho paura delle meduse australiane

Hai parlato anche di beneficenza... “Ho pensato di devolvere quello che Wanderlust mi vorrà dare a Terre des Hommes, che si occupa di bambini, ma non solo, in zone depresse e del terzo mondo. In modo particolare, mi piacerebbe che venissero usati per il Myammar, che pochi conoscono”.

Wanderlust andrà in onda nel 2017 ma tu partirai a ottobre e non sarai sola: avrai la possibilità di portarti qualcuno, come ci si può candidare? “Con un video-appello, ci si può candidare da oggi. Basta collegarsi sul sito di Wanderlust per trovare tutte le indicazione. Ovviamente dovrete essere accattivanti, convincenti, trovare un escamotage per farmi dire 'È lui o è lei'. Non ho pregiudizi, non scarto donne né signori di una certa età. Magari trovo il nonno sprint che vuole vedere canguri e io decido di accontentarlo. Magari invece mi porto una gnocca bestiale perché voglio far fare a lei il lavoro sporco...”.

In bocca al lupo! “Grazie. Io vorrei lanciare un appello a Ryan Gosling per dirgli che, eventualmente, se vuole venire è tutto pagato...”.

 


12-09-2016 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO