Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA ALASSIO (SV) 88.900

Ornella Vanoni: “A Sanremo non per vincere, in 3 perché è stressante” “Un tour con Patty Pravo? No, ma un concerto volentieri, mi divertirei” 29-01-2018

Per Sanremo 2018 Claudio Baglioni ha affidato la canzoneImparare ad amarsi”, firmata Bungaro e Pacifico, ad Ornella Vanoni che ha messo in allarme il Festival rinviando un concerto per un problema alle vie respiratorie che le impediva di cantare. All'Ariston saranno tutti e tre sul palco, la voce de “L'appuntamento” e i due autori; l'attore Alessandro Preziosi si unirà a loro nella sera dei duetti.

La Vanoni, per l'ottava volta in gara, oggi ha 83 anni d'età e secondo i due musicisti è affettuosamente “imprevedibile e imprudente”: “A Sanremo in trio perché è stressante, ma non per vincere. Farete voi le interviste, io vado a dormire. Un tour con Patty Pravo? No, ma un concerto volentieri”, dice la cantante che prepara una valigia come “farmacia ambulante” per la Liguria ed è pronta a pubblicare la raccolta “Un pugno di stelle” con il meglio della sua discografia.


Sanremo è stressante”, spiega Ornella, “Anche se con la nuova formula non ti mandano più a casa subito, però alla fine i vincitori sono tre come prima: io non vado per vincere, non ci penso neanche, è lontano dalla mia testa, se no diventa veramente difficile. Vado per presentare una bellissima canzone, scritta da Bungaro e Chiodo per la musica: l'ha scelta Baglioni, me l'ha mandata e mi è piaciuta molto la melodia composta da questa cooperativa. Per le parole ho chiamato Pacifico, che ha scritto un testo molto bello, secondo me, molto adulto e questo è importante perché io ormai devo cantare brani da adulta, non posso dire 'ragazzo mio ci vediamo domani in spiaggia', non credo...”, ride, “Saremo sulla scena tutti e tre: è un'idea del mio produttore Mario Lavezzi, che mi ha detto: è troppo stressante da sola, vai in compagnia! “Bisogna divertirsi, si chiama 'play' in inglese, noi giochiamo”.

Durante il Festival, venerdì 9 febbraio, uscirà la raccolta in tre CD e non solo: “Farò i miei concerti come ho sempre fatto, sono stata ferma un anno perché ho voluto guardarmi alle spalle per vedere quante cose avevo fatto e che cosa potevo fare. Poi è successo quel miracolo: mi ha chiamato Escobar per il Piccolo Teatro di Milano e lì sono davvero partita con la gioia, perché a questo punto della mia vita faccio questo mestiere per gioia, se no non potrei perché lo faccio da troppi anni”.

La sua gioia è contagiosa”, aggiunge Pacifico che a Sanremo è autore anche di due canzoni per le coppie di big Roby Facchinetti & Riccardo Fogli e Enzo Avitabile & Peppe Servillo, “Fare l'autore per Ornella è davvero una fortuna perché ti puoi avventurare nella scrittura: a volte devi restare molto prudente, lei invece è imprudente; questo aiuta. Poi insomma essere anche sul palco è un regalo suo e di Lavezzi: siamo un gruppo di gente che si vuole bene”.

Questa è sicuramente una bellissima opportunità”, racconta Bungaro, “Una grande occasione per portare un progetto sul palco dell'Ariston. Avere Ornella al nostro fianco è qualcosa di veramente potente, la canzone è vestita completamente su di lei. Noi parteciperemo sul palco: Gino suonerà il piano, io la chitarra e canterò con Ornella. È un brano importante. L'obiettivo è anche onorare la nostra categoria, quella degli autori. Ornella è tremenda, mi piace perché è imprevedibile”.

Si è parlato molto di un possibile tour di Ornella Vanoni e Patty Pravo: “No, un tour no”, risponde lei, “Il suo agente ha fatto un po' di pasticcio e ha voluto lanciare questa cosa. Con Nicoletta, che io chiamo Nico-Pat, farei volentieri un concerto perché mi divertirei ma tutta una tournée non credo”.

Cosa ci sarà nella valigia per Sanremo 2018, in programma nelle date da martedì 6 a sabato 10 febbraio? “Il magnesio supremo”, scherza Bungaro, “La citrosodina, grande medicina, anche se antica”, incalza la Vanoni, “Ho una farmacia ambulante, non mi manca niente, ho una valigia di prodotti farmaceutici e poi pochissimi vestiti, porto spesso il mio cuscino perché non mi fido: se è duro...

Autore:
Francesco Carrubba
29-01-2018 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO