Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA TARANTO (TA) 96.900

Niccolò Fabi a RADIO ITALIA LIVE: l'ansia del palco, il tour, i suoi Nick Il posto preferito sul furgone, il suo ristorante a Parigi e l'idolo Totti 09-12-2019

Niccolò Fabi presenta a RADIO ITALIA LIVE il nuovo album Tradizione e tradimento, i suoi concerti e i suoi brani, da Io sono l'altro a Costruire. Il suo posto preferito sul furgone in tour e il sedile dietro al passeggero come “condizione naturale”, il ristorante di Parigi già prenotato per una serata di ostriche, pesce e vino nella tournée europea di aprile 2020 e Francesco Totti come idolo: è tutto nel programma dedicato alla musica italiana dal vivo in onda stasera, lunedì 9 dicembre, dalle 21.00 in contemporanea su Radio Italia, Radio Italia Tv e radioitalia.it.

Niccolò Fabi, nella video intervista #atupertu prima dello show, racconta i giorni dello “smarrimento totale”, le ansie e le “tachicardie” dovute agli imprevisti prima dei concerti e i suoi soprannomi: “Tendenzialmente sono due: Nicco e Nick. Poi una parte della mia famiglia da parte di padre mi chiamava Nicki, quando ero più piccolo: sicuramente nessuno mi chiama Niccolò con due c, quello accade solo in Toscana!”.


CONCERTI. Può capitare che prima di un live ci sia un inconveniente tecnico da risolvere: come lo vive Niccolò Fabi? “Vado in ansia! È impossibile, credo, esimersi da uno stato che è comunque febbrile, la speranza è che tutto venga al massimo delle possibilità, l'esperienza dovrebbe far sì che di fronte a un inconveniente durante uno spettacolo tu possa andare oltre: succedono sempre! Però ogni volta che se ne presentano, ti mettono a dura prova. Ho 25 anni di musica pubblicata, ma ho iniziato a suonare nei locali che ne avevo 13-14, quindi stiamo parlando di 35 anni di attività: nonostante questo gli inconvenienti continuano ad essere tachicardie da controllare”.

TOUR. La tournée di Niccolò nei teatri fa un sold out dopo l'altro: quando si esibisce, si dà degli obiettivi da raggiungere? “Rimanere concentrati è la cosa più difficile, soprattutto con il mio repertorio: se non sono al 100% dell'intensità, non arriva molto perché ho tutte canzoni con una corda molto delicata. In un concerto più leggero, anche se sei un po' più distratto, quella distrazione potrebbe essere parte di una comunicazione: nel mio caso, appena mollo un attimo, casca il castello. Quindi devo stare attento”.

ALBUM. Tra i brani del nuovo disco Tradizione e Tradimento ci sono I giorni dello smarrimento, Niccolò Fabi cerca la “strada per tornare”: ha vissuto uno smarrimento solo artistico o anche personale? “Volente o nolente, le due cose nel mio caso sono davvero molto intrecciate, anche troppo probabilmente. Racconto non tanto il mio privato ma il mio stato d'animo, su cui influisce ciò che vedo: quindi inevitabilmente nei brani si nota uno stato d'animo più inquieto o rilassato, rabbioso o sereno. Lo smarrimento è stato indubbiamente totale: il desiderio di trovare una strada musicale e compositiva diversa non stava andando a buon fine e quindi lo stato d'animo seguiva questo smarrimento; ho pensato di raccontarlo, piuttosto che far finta di niente”.

Ha già idee per il nuovo singolo dopo Io sono l'altro? “In genere i miei ultimi dischi non hanno singoli o canzoni che svettano tra le altri per particolari caratteristiche. Penso ancora agli album come un insieme di brani che sono capitoli di una storia, in cui magari alcuni possono essere più diretti e rappresentativi, però non penso mai alle canzoni come singoli: quindi piano piano cercheremo di far ascoltare più brani possibili”.

RADIO ITALIA LIVE. Nella scaletta del programma ci sono brani come Io sono l'altro, Costruire e Lasciarsi un giorno a Roma che, secondo Fabi, contiene “un senso di leggerezza perché è finito il concerto e un grido liberatorio per tutti perché anche il pubblico sfoga le sue sensazioni”. Un viaggio in auto con gli artisti, un'intervista esclusiva, un concerto sul palco del VERTI MUSIC PLACE e una video-sorpresa: questi sono solo alcuni degli ingredienti della nuova stagione di RADIO ITALIA LIVE, condotta da Manola Moslehi insieme a Daniela Cappelletti. La trasmissione vivein tempo reale anche su Facebook, Twitter e Instagram con l’hashtag #radioitalialive.

Autore:
Francesco Carrubba
09-12-2019 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO