Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA MARTINSICURO (TE) 101.800

Negramaro, Sangiorgi: “Ho scritto un brano stupendo per Laura Pausini” L'album, il tour, la perdita del papà e l’appello per Sardegna e Calabria 07-10-2015

La rivoluzione sta arrivando” dei Negramaro è l’album più venduto in Italia, è primo su iTunes ed è sul podio dei più trasmessi con il singolo “Attenta” e il frontman Giuliano Sangiorgi commenta: “Queste notizie mi commuovono sempre e sono convinto che dietro questi numeri non ci sia solo una questione di aritmetica, perché ci sono persone che da 12 o 13 anni continuano a seguirci con amore crescente”. Il cantante, in onda su Radio Italia con il tastierista Andrea “Andro” Mariano al fianco, racconta poi a Paola “Funky” Gallo com’è cambiato il modo di scrivere i brani: “È un album leggermente profondo o profondamente leggero. Dopo un po’ di anni e dischi viviamo una ‘rivoluzione-evoluzione’ in una nuova direzione, soprattutto dal punto dei vista dei testi; questo percorso è iniziato con “Una storia semplice” (2012 ndr), è stato quello il momento in cui è cambiato tutto; quando è venuta fuori la canzone ‘Ti è mai successo?’ mi sono detto ‘ecco, da adesso in poi voglio scrivere così’”. “È vero, registrando quel disco, in sala prove ci siamo stupiti”, dice Andro, “Per noi è un processo naturale e semplice che si sta sviluppando nel corso degli anni, siamo dediti da tempo a una ricerca quotidiana del suono e della parola più adatti; è un modo di vivere che, come in questo nuovo album, si traduce in sonorità che non sono frutto di un pensiero troppo cerebrale ma di una chimica speciale esistente tra sei persone, i componenti del gruppo”. 

Il disco è un terreno pubblico in cui possiamo raccontare storie che diventano arte”, incalza Giuliano, “‘La rivoluzione sta arrivando’, apripista e title-track dell’album, è stata scritta nello stesso giorno in cui ho composto ‘Sei’, quando stavamo lavorando a ‘Casa69’ (2010 ndr): è un titolo scelto per creare curiosità e contenere un messaggio sociale. Ci sono stati momenti brutti, come la scomparsa di mio padre e la perdita di persone care, che ci hanno fatto capire che stiamo crescendo. Il brano ‘Lo sai da qui’ dedicato a mio papà mi ha portato una rivoluzione dentro, totale, e mi ha aiutato a comprendere che la vita è un dono incredibile; mio padre mi ha lasciato proprio questo insegnamento: ora so quanto è importante vivere e non sopravvivere”. Nonostante un po' di influenza, Sangiorgi intona i versi di “Fino alla fine del secolo”: “’Fino alla fine del secolo, fino alla fine di me, il tempo sorride…’ Poteva essere la chiusura dell’album, poi l’abbiamo usata come ghost-track perché è un po’ fuori dal tempo… Invece ‘Il posto dei santi’ è un brano allo stesso tempo ondeggiante e con parole forti, che invita a vivere nel modo più totale e assoluto”. 

Dove sono il chitarrista Emanuele Spedicato, il bassista (e grafico) Ermanno Carlà, il batterista Danilo Tasco e il campionatore Andrea De Rocco? “Sono in sala prove perché qualcuno deve preparare il nuovo tour… il 4 novembre è dietro l’angolo!”. In quella data al Palabam di Mantova debutterà “La rivoluzione sta arrivando Tour”, con Radio Italia come Radio Ufficiale: “Io mi dimentico sempre le parole ma ho il gobbo”, svela Sangiorgi, “un gobbo umano: infatti il pubblico canta con me, anche se qualcuno a volte mi suggerisce le parole sbagliate”. A quel punto Andro propone per scherzo la campagna “Supportate Giuliano Sangiorgi sul palco!” e parla del nuovo spettacolo: “Avrà spunti grafici inediti grazie a Ermanno, soluzioni sorprendenti e, come diciamo sempre, saranno i migliori concerti della nostra vita”. Giuliano ricorda le nuove date aggiunte ieri, a Firenze, Acireale, Bari, Roma e Milano, e lancia un appello: “Ci rivolgiamo agli organizzatori di live perché vogliamo esibirci in Sardegna, Calabria e nei posti in cui finora non siamo riusciti a programmare una data”. 

Tramite un messaggio, gli ascoltatori chiedono se è vero che Giuliano ha scritto una canzone per il nuovo album “Simili” di Laura Pausini: “Lo posso dire? Aspetta che chiamo l’ufficio stampa… Sì, ho scritto una canzone bellissima per Laura Pausini! Sono felice, poi ve lo racconteremo insieme a Laura… non mi fare dire più niente…”. L’annuncio arriva con un siparietto “telefonico” tra i due Negramaro: “Ormai io e lui siamo una coppia affermata, Andrea e Giuliano: manca solo Licia…”, racconta il cantante, “Per tutta la mia infanzia ho odiato quel gatto a strisce che parlava come un deficiente; avevo solo 4 o 5 anni ma l’avrei ritirato dal mercato… poi ho vissuto con il terrore di ritrovare quella voce in cartoon come South Park e i Simpson…

Infine Giuliano racconta il suo incubo ricorrente: “Sogno sempre di avere l’esame di Stato l’indomani e di non aver studiato niente di matematica”; “Io invece cambio incubo ricorrente ogni giorno”, scherza Andro. Intanto vanno verso il sold out le date milanesi del tour di Jovanotti.


07-10-2015 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO