Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA CHIERI (TO) 106.300

Malika Ayane a Radio Italia regala un'anteprima di “Domino” Nuovo album per i 10 anni di carriera senza l'ansia di piacere a tutti 20-09-2018

Malika Ayane ha scelto Radio Italia per raccontare per la prima volta il suo nuovo albumDomino”, in uscita venerdì 21 settembre. Tutta la chiacchierata con Mauro Marino e Manola Moslehi è stata una succulenta anteprima, ma c'è stato anche spazio per tante curiosità, a partire dagli occhiali a “tema” indossati durante l'intervista.

Il titolo e la copertina richiamano il famoso gioco da tavolo. Cosa c'è dietro questo accostamento? Ogni cosa è fatta di pezzi, a partire dagli esseri umani. Mi affascinava mettere insieme delle tessere che, a seconda di come le combini, ti spingono verso una direzione”.

Hai lavorato per 2 anni tra Berlino, Milano, Londra e Parigi: quanto conta per te avere un approccio internazionale nella musica?È fondamentale. Lavorare con gli stranieri è utile perché non hanno nessun pregiudizio, né positivo né negativo, nei miei confronti. Non sanno nulla di me e mi scoprono di volta in volta. C'è terreno più fertile”.

Sogni tra i capelli” è il secondo singolo nato all'alba... Ci racconti questa attesa dell'ispirazione in una camera d'hotel?Non so se vi è mai capitato di svegliarvi molto presto mentre gli altri dormono... Ci sei solo tu, è un'atmosfera meravigliosa e quasi liberatoria”.

10 pezzi inediti per 10 anni di carriera: è il tuo album più maturo di sempre?Speriamo. Ogni tanto ti capita di mettere a posto le fotografie e capisci che è già passato tanto tempo. Se vedo la prima Malika di Sanremo, mi sembra ieri o come se siano passati 15mila anni. Domino è questo: un album che non fa bilanci, senza ansie di piacere a tutti ma solo di stare bene con se stessi”.

Poi, da novembre, ci sarà il tour nei teatri e nei club...Saranno concerti diversi, con due formazioni differenti ma la stessa scaletta. Tutti i brani anche vecchi, e il mio pubblico lo sa, possono essere suonati in qualsiasi modo”.

Quando è uscita “Stracciabudella”, tua figlia Mia (13 anni) ha sentenziato che non era una canzone estiva. Si può dire in radio cosa le hai risposto?È in un'età in cui sanno tutto loro. I figli che crescono hanno una naturalezza meravigliosa. Ascolto il suo giudizio, come quello dei vecchi amici e degli esperti”.

C'è una canzone a cui, in questi 10 anni, sei rimasta particolarmente legata? Credo che 'Controvento' sia una delle più belle. Ai concerti c'è sempre qualcuno che mastica e vive quelle parole”.

Il primo estratto da “Domino” è stato “Stracciabudella”: anche in questo caso, un titolo piuttosto insolito... È solo questione di immaginazione. Ha un titolo splatter, ma è delicatissima”.

In un video sui social, hai detto che non hai molta confidenza con i messaggi vocali perché ti vengono troppo lunghi.Non li sopporto. Per citare Tommaso Paradiso (in Felicità Puttana, ndr), se mi devi mandare un vocale di 10 minuti, fammi una telefonata”.

La tua voce delicata è spesso stata oggetto di complimenti. Ricordiamo sempre Paolo Conte secondo cui “è un arancione scuro che sa di spezia amara e rara”. Qual è il complimento più strano che ti hanno fatto? “C'è stato un periodo in cui mi chiedevano foto dei piedi, ma l'ho presa bene. L'ho vissuta come un sintomo di crescita di popolarità”.


Autore:
Andrea Daz
20-09-2018 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO