Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA CALTAGIRONE (CT) 99.500

All'Università si studia Jova Beach Party con prof Jovanotti: foto e video Lorenzo in cattedra in Aula Magna alla Statale di Milano per un workshop 15-05-2019

Jovanotti sale in cattedra nell'Aula Magna dell'Università Statale di Milano e spiega Jova Beach Party in un workshop con autorevoli professori, a cura delle 6 Università milanesi che studiano il tour. In Via Festa del Perdono oggi, con Lorenzo, si parla di divertimento, innovazione, economia, esperienza, ambiente e senso del tempo, con i numeri della tournée e curiose analisi dei testi delle sue canzoni. Ecco le foto e i video. Radio Italia è Radio Ufficiale del nuovo tour di Jova sulle spiagge italiane.

In vista di Jova Beach Party con Lorenzo intervengono Andrea Borghini, professore di Filosofia e Teoria dei Linguaggi dell'Università degli Studi di Milano sul tema del “Rumore del sale”; Fausto Colombo, Direttore dipartimento Scienze della comunicazione e dello spettacolo dell'Università Cattolica del Sacro Cuore su “La matita della musica. Ridisegnare la spiaggia fra intrattenimento e mito”; Paolo Galli, professore di Ecologia e Direttore MaRHE Center della Bicocca sul “Dialogo col mare”; Francesco Massara, professore di Marketing e Direttore Master in Retail Brand & Sales Management dello IULM su “Il Marketing delle Esperienze e il valore del brand Jovanotti”; Valentina Perissinotto, docente e coordinatrice, Master in Green Management, Energy and CSR della Bocconi su “Divertimento e responsabilità ambientale”; Marco Taisch, professore di Operations Management del Politecnico su “La città che entra nella città, la sfida nella sfida”.

JOVANOTTI. "Sono molto contento di essere qui e di essere a Milano, una città che si muove continuamente. Sono qui in veste di studente anch'io", introduce Lorenzo emozionato, "Jova Beach Party è un'impresa senza precedenti, quindi presenta novità e criticità: sei atenei insieme... è un caso unico nella storia dell'umanità! Non ho fatto l'università ma avrei tanto voluta farla: mi ero iscritto ma ho dovuto mollarla subito perchè mi è passato davanti il treno della musica e l'ho preso. Vi invidio e vi voglio bene, con Jova Beach Party spero di portare un po' di entusiasmo e fiducia in un Paese fermo".

DIVERTIMENTOAndrea Borghini, professore di Filosofia e Teoria dei Linguaggi dell'Università degli Studi di Milano, tiene uno speech sul “Rumore del sale” e parla delle difficoltà del sistema "mare" soprattutto dal punto di vista ecologico, visto che Jova Beach Party si terrà sulle spiagge italiane: "La spiagga è un simbolo del piacere e dello svago, è un posto perfetto per divertirsi in modo collettivo e organizzato, come accade al ristorante. Sulla spiaggia prende vita un piacere 'protruso', che dialoga cioè con l'ambiente circostante, ed è 'in movimento' perchè è un'esperienza sempre diversa che cambia con il contesto".

Jovanotti commenta: "Sono anche andato sul vocabolario a cercare cosa vuol dire 'protruso'! Dopo tanti anni di concerti visti da spettatore e poi portati sul palco, so che tramite uno spettacolo possono passare emozioni forti. Uno degli obiettivi della nostra generazione è aver cura del nostro pianeta, anche tramite l'economia circolare usando lo strumento più potente che abbiamo: l'emozione e la nostra sapienza di essere umani. L'emozione è un muscolo che si allena: Jova Beach Party vuole farlo in modo non convenzionale al mare, il luogo di confine tra la terra e l'acqua, accendendo l'entusiasmo a qualsiasi età".

ESPERIENZA. Francesco Massara, professore di Marketing e Direttore Master in Retail Brand & Sales Management dello IULM, interviene su “Il Marketing delle Esperienze e il valore del brand Jovanotti”: "Lorenzo è una persona autentica e spontanea, in cui identità e immagine sono sovrapposte. Un'analisi dei testi di sue 200 canzoni (2288 parole, esclusi articoli e preposizioni) rivela questa composizione linguistica: il 37,5% sono nomi e sostantivi, il 37,5% verbi, il 15% aggettivi e il 15% avverbi. Nel modello di classificazione linguistica i sostantivi conferiscono 'concretezza' mentre gli aggettivi 'astrattezza'. Lorenzo quindi è molto 'concreto' secondo l'indice di 'astrattezza'. Sole e mare, maggio e agosto sono le parole più citate nei suoi testi: ecco dove nasce Jova Beach Party". "Non essere astratto era la scritta che avevo messo nella stanza dove scrivevo i brani", svela Lorenzo.

Il brand Jovanotti quindi è caratterizzato da spontaneità, concretezza e prossimità, come dimostrato l'anno scorso dall'esperienza del Jova Pop Shop, in cui si sono tenuti incontri e session musicali: "Il brand Jovanotti è indirizzato verso la comunità e la socialità, come svelano tutte le partnership realizzate per Jova Beach Party, in direzione dell'ambiente e dell'ecologia. Con la sua 'relazionalità', Lorenzo ci aiuta a proiettare noi stessi verso gli altri: dovremmo prendere una personalità così in maggiore considerazione vista l'epoca di disgregazione sociale che stiamo vivendo".

AMBIENTE. Jovanotti spiega: "Non avete mai visto una mia canzone in uno spot e penso non succederà mai. Jova Beach Party è una grandissima impresa, molto costosa dal punto di vista delle risorse che servono per portarla avanti: volevamo tenere i prezzi dei biglietti più bassi possibile, quindi ci siamo messi alla ricerca di partner per rendere il progetto finanziariamente possibile, soprattutto nel mondo dell'ambiente. Alcune imprese sono molto attente a questo aspetto: ad esempio Coop riciclerà il 100% delle bottigliette di plastica consumate durante il tour, uno dei punti critici che dobbiamo affrontare; volevamo evitarle completamente ma era una mia ingenuità, perchè ci siamo trovati fra leggi che impediscono l'uso di borracce multiuso e simili o Comuni che non garantiscono l'approvvigionamento di acqua potabile in spiaggia. Tutti i partner saranno presenti nei nostri villaggi con attività visibili, come ricaricare il telefono con le biciclette: si possono fare anche le gare! E.ON compenserà le emissioni del Jova Beach, la birra Corona (che mi piace pure, quella con il limone) ha un'esperienza di anni nella pulizia delle spiagge con finanziamenti, Peugeot ha realizzato un'auto completamente elettrica, non ibrida, e la presenterà lì, Estathè organizzerà dei giochi sulle spiagge e parteciperà alla pulizia delle spiagge, Intesa San Paolo farà concorsi social per regalare dei biglietti, Sammontana presenterà un progetto interessante e divertente di riciclo del packaging delle bottiglie di plastica, che diventeranno dei vinili con una macchina ad hoc: li suoneremo la sera; saranno prenotabili e acquistabili durante le tappe e consegnati alla fine del tour. C'è anche Durex che è sempre benvenuta nelle notti d'estate: Saturnino ha subito alzato la mano in Aula Magna! Infine la collaborazione con WWF per me è molto preziosa, con l'obiettivo di un pianeta dei comportamenti dove l'uomo non sia più dannoso per la natura. La Guardia Costiera ci garantirà la sicurezza della balneazione. Erika si occuperà della gestione e della logistica della pulizia in spiaggia. Grazie anche a Radio Italia, partner che ci assicura lo streaming della radio a grandi livello, questo per me è una figata!".

INGEGNERIA. Marco Taisch, professore di Operations Management del Politecnico, parla di “La città che entra nella città, la sfida nella sfida”: "Come lo sbarco dell'uomo sulla Luna, un sogno di un uomo che diventa una visione come Jova Beach Party prevede forza, coraggio, energia, competenze, partner, gestione del rischio, pianificazione, lavoro di team... ma implica anche l'ingegneria, che fa accadere cose difficili e fa sì che tutto diventi possibile. Mi verrebbe da dire che Lorenzo è un ingegnere! Gli stadi e i palasport non cambiano, mentre le spiagge sì, sono ambienti dinamici. Ci saranno 150 tonnellate di zavorre, 30mila metri quadri di spiaggia occupati, 1 palco principale, 2 palchi secondari con finalità diverse e 4 torri delay audio e video. Le diverse spiagge degli eventi sono le numerose Lune di Jovanotti!". "In effetti anche dal punto di vista ingegneristico è una grossa sfida", commenta Lorenzo.

IL MAREPaolo Galli, professore di Ecologia e Direttore MaRHE Center della Bicocca, descrive il “Dialogo col mare”: "Le braccia di Jovanotti sono infarcite di animali tatuati: balene, cavallucci marini... Sul braccio destro ha un veliero rivolto a un'isola sul braccio sinistro. Io e il mio gruppo di ricerca abbiamo chiamato una manta Jova, che ha il suo Manta Jova Point, a 5 km dal nostro punto di ricerca alle Maldive!". "Mi tatuo la manta, ho uno spazio apposta!", ribatte Lorenzo.

RESPONSABILITA'. Valentina Perissinotto, docente e coordinatrice, Master in Green Management, Energy and CSR della Bocconi, disquisisce di “Divertimento e responsabilità ambientale”: "Oggi, 15 maggio 2019, è l'Overshoot Day Italia, in cui noi italiani esauriamo le risorse a disposizione per quest'anno, che dura ancora per 6 mesi. I sistemi di coltivazione, produzione e consumo che vanno avanti da decenni sono insostenibili e le Nazionli Unite hanno posto degli obiettivi di sviluppo sostenibili, rivolti a tutti: governi, università, scienza e società civile. Agire in modo responsabile è diventata una necessità per raggiungere questi obiettivi entro il 2030: figure come Lorenzo sono fondamentali per veicolare questi messaggi: il Joba Beach Party vuole lasciare le spiagge in condizioni uguali o migliori di come sono state trovate tramite pulizia, energia pulita e tutela della fauna locale. Nel tour verranno usati 2 milioni di bottigliettie di plastica: la collaborazione con Coop e Corepla ha creato la bottiglia di plastica PET 1 che ha un migliore impatto ambientale e contiene già un 30% di plastica riciclata: inoltre sono riciclabili al 100%. I tappi verranno donati ad associazioni per progetti solidali. E.On sarà presente in tutte le tappe con energia solare per ricaricare i telefoni, con cyclette elettriche per produrre energia pulita e con un palco a zero emissioni nette di CO2".

"Il pianeta è un malato ma è curabile, il compito è modificare i nostri comportamenti e la filiera produttiva: il processo è avviato e noi ci inseriamo con il divertimento reponsabile", commenta Jovanotti.

MUSICAFausto Colombo, Direttore dipartimento Scienze della comunicazione e dello spettacolo dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, racconta “La matita della musica. Ridisegnare la spiaggia fra intrattenimento e mito”: "Il concerto è un rito e quindi è capace di cambiare le cose. Cambiano i partecipanti e i luoghi. Woodstock non era un posto per un concerto, era solo uno spazio in cui venne organizzato il ritrovo delle persone come l'Isola di Wight, come il Wembley Stadium di Londra per il Live Aid 1985, come Venezia per i Pink Floyd nel luglio 1989. Le spiagge sono i confini naturali del nostro Paese e sono naturalmente aperte all'andirivieni delle persone: oggi le nostre spiagge sono molto meno aperte a chi arriva. Auguro che i Jova Beach Partty sono luoghi del rito e del rito di condivisione, che ci facciano capire che siamo un tutt'uno, parte di un'unica umanità di cui siamo figli".

"Vogliamo proprio rappresentare questa idea di mondo aperto che ci piace", conclude Jovanotti, "Il mio set principale sarà quello che avverrà al tramonto però la musica inizierà al pomeriggio, ci saranno ospiti da 23 Paesi: Africa, Sudamerica, Balcani, Europa... L'essenza multiculturalità di queste giornate verrà fuori: faremo ballare la gente con tutte le lingue del ritmo e del pianeta, è una promessa e una sfida. Voi studenti siete abituati ma a me non capitava di stare seduto per ore da 40 anni, almeno dalle scuole medie! Questa è l'età in cui fate le scelte che determineranno il vostro futuro: spero che un incontro come questo vi abbia dato informazioni in più rispetto alla vostra vocazione. Io sono la dimostrazione che il talento non è tutto: contano molto la vocazione e la chiamata per rispondere a quel talento. La mia vocazione è sempre stata quella di far divertire la gente con la musica".


Autore:
Francesco Carrubba
15-05-2019 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO