Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA LARINO (CB) 104.500

Gallinari a Radio Italia: “Il concerto di Jovanotti sulle spalle di papà” Danilo in piazza Duomo a Milano oggi e domani per l’NBA ZONE 03-09-2016

Protagonista del primo NBA ZONE in Italia, Danilo Gallinari ha raggiunto i microfoni di Radio Italia, che oggi e domani trasmette in diretta da piazza Duomo a Milano e che è radio ufficiale dell'NBA. A Francesca Amendola e Simone Maggio ha raccontato com’è nata la sua passione per il basket, il rapporto con la musica italiana e tante altre curiosità.

La prossima sarà la nona stagione in America. Ti ricordi com’è stato il primo impatto oltreoceano?Difficile perché un giocatore europeo deve guadagnarsi il rispetto di compagni e avversari. E poi c’è la differenza che si giocano 2/3 partite alla settimana, non c’è tempo per se stessi. Bisogna abituarsi, è più un discorso mentale che fisico”.

Quando è nata la tua passione per questo sport? “Mio padre giocava e io seguivo i suoi allenamenti, l’amore per la pallacanestro nasce lì”.

Sei specializzato in tiri impossibili che sfidano la gravità…È solo c…, un misto di fortuna e talento. Uno a cui sono particolarmente affezionato è stato qualche anno fa in contropiede contro Milwaukee”.

Sui social sei molto attivo, lo sappiamo, ma in quanto a vita sociale?Per quanto riguarda gli aperitivi, Denver è peggio di Milano. Qualche mio compagno riesce a fare tardi la sera e a essere performante, io se faccio le ore piccole vedo tre canestri”.

In rete si trova un tuo video mentre canti un brano di Ramazzotti, “Cose Della Vita”.Mi avete beccato. Ascolto musica tutto il giorno, diversa a seconda del momento. Passo dall’hip hop alla classica”.

E poi c’è Jovanotti che aveva lanciato un appello per farti votare all’ultimo All Star Game.La mia storia con Lorenzo è partita tanto tempo fa. Il primo concerto a cui ho assistito è stato il suo a Livorno sulle spalle di mio papà: quelli dietro erano molto arrabbiati. Dopo l’ho visto a New york e a Denver, ero dietro al palco che cantavo. La sua playlist è molto importante”.

Tre cose da tenere a mente per essere sul pezzo nella pallacanestro.Disciplina, talento, intelligenza”.

Chi vince l’NBA non vince lo scudetto ma un anello.Sì è vistoso ma non so il valore. È bello poter andare in giro con l’anello, soprattutto in America fa figo. Quest’anno con Denver puntiamo almeno ai playoff”.

L’8 è il tuo numero preferito, sei nato infatti l’8,8,88 e l’8 è il tuo numero di maglia.Una volta in Cina, dove l’8 è considerato un numero fortunato, la sicurezza di un aeroporto ha chiamato tutti per fare una foto al mio passaporto”.


03-09-2016 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO