Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA CANOSA DI PUGLIA (BA) 107.800

Giò Sada e il film Rock Dog: “Una storia di passione e di musica” Ha interpretato le canzoni della versione italiana della pellicola 28-11-2016

Giò Sada è stato ai microfoni di Radio Italia per presentare con Patrick e Paoletta, nella rubrica Radio Italia Cinema, il film d'animazione “Rock Dog”, nelle sale dal primo dicembre. L'artista, che ha cantato i brani originali della versione italiana del film, ha parlato delle sue affinità con il protagonista della pellicola, con cui condivide la passione per la musica, e dell'esperienza del “Nowhere stage”.

Le canzoni originali di “Rock Dog” nella versione italiana sono interpretate da te. Qual è la storia di questo film? “È la storia di un cane che deve badare agli agnelli del villaggio in cui vive, solo che scopre il rock and roll attraverso una radio e capisce che vuole vivere la musica e fa di tutto per diventare un musicista. È una bella storia di passione”.

Quanto della tua storia musicale e personale c'è nel protagonista di “Rock Dog”? C'è un bel po' della mia storia perché anche io ho deciso, come unica chance nella mia vita, di fare musica, non mi sono mai posto un'alternativa, ho sempre cercato di fare questo, di dedicarmi alla musica con i miei amici e con la mia band. Questo vale anche per il protagonista del film, che non vuole badare agli agnelli ma vuole suonare e spaccare il mondo, lo capisco”.

Tornando alla tua vita privata e all'iniziativa “Nowhere stage”, che significa “musica in luoghi insoliti”. Tu e la tua band avete portato la musica in luoghi incredibili... Quest'iniziativa è un'idea mia e di Gigi, il nostro manager. Si tratta di portare la musica, attraverso delle cover e dei nostri pezzi, in luoghi inaspettati. Siamo partiti dalle grotte di Castellana, un luogo magico; volevamo prendere il suono dell'ambiente. La particolarità del “nowhere stage” è che il suono che sprigiona l'ambiente è parte integrante della registrazione, diventa protagonista della musica che stiamo facendo in quel momento”.

Tornando al film, dacci tre motivi per venire a vedere “Rock Dog”, nelle sale dal primo dicembre?Primo, è un bel cartone animato e i cartoni fanno sempre bene all'anima; il secondo motivo riguarda la musica e per una persona come me che ama la musica è una cosa bella e poi è una storia di passione e di sogni. In questo momento storico credo che serva darsi man forte l'un l'altro per realizzare la propria visione”.

Alessandra Amoroso ha realizzato una nuova versione di "Vivere a colori".


28-11-2016 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO