Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA SACILE (PN) 101.550

Accipicchia! Francesco Gabbani è al Bravo Baia di Tindari La Sicilia, il prossimo singolo, l’Arena di Verona e il concerto per Radio Italia 24-09-2020

Francesco Gabbani si prepara a cantare dal vivo al Bravo Baia di Tindari: è lui il prossimo protagonista di RADIO ITALIA LIVE ESTATE. In attesa di salire sul palco e regalare la solita esibizione piena di energia, l’artista si è confidato in diretta con Daniela Cappelletti e Simone Maggio con l’incursione a sorpresa di Mario Volanti. Nell’intervista si è parlato del legame con la Sicilia, di nuova musica che arriverà presto, del concerto all’Arena di Verona e del suo nuovo studio, che si è letteralmente fatto con le sue mani.

Hai un legame speciale con la Sicilia, che risale addirittura ai tempi in cui hai imparato a suonare la chitarra a Carrara, perché il tuo insegnante era siciliano. Com’è tornare ogni volta in questa terra?

E’ un periodo che frequento la Sicilia, ho chiuso qui il tour. Sì il mio e unico maestro di chitarra è siciliano, si chiama Alessandro. Lui mi ha sensibilizzato per scegliere di fare questa vita. C’è un po’ di Sicilia anche nella musica che faccio”.

Hai da poco concluso il tuo tour “Inedito Acustico”. Sui social l’hai definito “ancora più emozionante dei tour normali”…

Ho deciso all’ultimo. La misura ridotta di questi concerti è stata inversamente proporzionale all’emozione. Ho comprovato sulla mia pelle che la dimensione del live è insostituibile”.

Dopo il successo de “Il sudore ci appiccica”, ci saranno altri singoli estratti da “Viceversa”?

Ci sarà un ultimo singolo, bisogna portare a termine l’iter di questo disco. Questo album (‘Viceversa'), nonostante i tempi, ha fatto il suo decorso e mi ha regalato soddisfazioni. È giusto onorarlo con un altro estratto, ma non vi posso dire qual è

In passato abbiamo già raccontato ai nostri ascoltatori del tuo “secondo lavoro” da intagliatore di legno. Siamo curiosi di capire se e quanto hai intagliato durante il lockdown…

E’ una piccola passione discontinua, il legno è un passatempo. C’è chi va a giocare a calcetto e io faccio il falegname. Durante il lockdown, ho spostato il mio studio dal salotto a una veranda, e me lo sono costruito da solo, con i pannelli fonoassorbenti. Mi piacciono le cose manuali”.

Guardando un po’ avanti, il 26 aprile del prossimo anno c’è il recupero del tuo concerto all’Arena di Verona.

La verità è che speriamo che si possa fare, purtroppo la nostra condizione attuale va vissuta passo passo”.

Qua al Bravo Baia di Tindari, ora tutti aspettano la tua musica. Cosa puoi promettere al pubblico che verrà a sentirti stasera e che ti ascolterà su Radio Italia?

Avrò il piacere di proporre i brani che ripercorrono la mia storia, la promessa è che si ballerà e si canterà”.


Autore:
Andrea Daz
24-09-2020 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO