Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA FERRARA (FE) 95.800

Eros Ramazzotti dà voce ai fan: la lettera dalla “trincea” contro il virus Il cantautore è tra i protagonisti di Radio Italia Live  11-05-2020

Eros Ramazzotti pubblica su Instagram la lettera di una fan, un'operatrice socio sanitaria “in trincea” contro il Coronavirus, che il cantante definisce “la bestia”. A Radio Italia Live stasera è protagonista proprio il cantautore romano.

Ecco le parole che l'infermiera ha affidato a Ramazzotti: “Ciao Eros, hai fatto bene a sottolineare il raduno della gente sui navigli...”.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Lettera di una mia fan in trincea contro la bestia Ciao Eros, hai fatto bene a sottolineare il raduno della gente sui navigli ... io sono OSS , ed è stata dura in ospedale in questi mesi , una notte dopo l’altra giornate interminabili , ore infinite senza riposo , abbiamo dato anima e cuore per aiutare , tutte quelle persone ammalate e sole , senza parenti vicino , stringevano le nostre mani con la paura negli occhi , noi eravamo sempre li , abbiamo messo da parte figli , genitori , per dedicarci completamente , a chi al momento aveva più bisogno , ho visto persone morire fra le mie braccia e altre per fortuna guarire , ho perso un cugino che era in servizio nei carabinieri di 50 anni, siamo sfiniti e scusami lo sfogo , è il disturbo, ma vedere tutta quella gente che non ha capito proprio niente di quello che è successo, è avvilente, noi continueremo a fare il nostro lavoro , ma voremmo che la gente capisse la gravità della cosa , non siamo ancora fuori da niente, c’è ancora molto da fare speriamo bene. Penso che non servano altre parole @danycervia69

Un post condiviso da Eros Ramazzotti (@ramazzotti_eros) in data: 8 Mag 2020 alle ore 1:17 PDT

La donna, in prima linea contro il Coronavirus, spiega: “Io sono OSS ed è stata dura in ospedale in questi mesi, una notte dopo l’altra, giornate interminabili, ore infinite senza riposo, abbiamo dato anima e cuore per aiutare tutte quelle persone ammalate e sole, senza parenti vicino, stringevano le nostre mani con la paura negli occhi, noi eravamo sempre lì, abbiamo messo da parte figli e genitori per dedicarci completamente a chi al momento aveva più bisogno, ho visto persone morire fra le mie braccia e altre per fortuna guarire, ho perso un cugino che era in servizio nei carabinieri di 50 anni, siamo sfiniti e scusami lo sfogo e il disturbo, ma vedere tutta quella gente che non ha capito proprio niente di quello che è successo, è avvilente, noi continueremo a fare il nostro lavoro , ma vorremmo che la gente capisse la gravità della cosa, non siamo ancora fuori da niente, c’è ancora molto da fare. Speriamo bene”.

Penso che non servano altre parole” è il commento di Eros Ramazzotti su Instagram. Il cantante romano stasera è protagonista di Radio Italia Live, a partire dalle ore 21 su Radio Italia e Radio Italia Tv.

 


Autore:
Francesco Carrubba
11-05-2020 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO