Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA TREVI (PG) 96.400

Primo giorno di scuola: da Ermal Meta a Emma, l’in bocca al lupo della musica Tantissimi i post dei cantanti per fare coraggio a ragazzi e genitori 14-09-2020

Nel primo giorno di scuola post Covid per molti ragazzi, i cantanti italiani hanno voluto far sentire il loro sostegno agli studenti che tornano tra i banchi tra mille dubbi e incertezze.

Ermal Meta ha incoraggiato tutti scrivendo sui social: “Dimostrate di essere il vero futuro di questo paese. Un saluto dai 29 bambini e la maestra Margherita”. L’insegnante è la stessa citata nel suo grande successo “Vietato Morire”.

Marco Mengoni ha rispolverato i suoi disegni di quando era bambino.

Levante e Arisa hanno pubblicato 2 loro vecchie fotografie. Entrambe, oltre che agli alunni, hanno mandato un pensiero a tutti i genitori e alle famiglie.

Diversi siti d’informazione hanno ripreso il post fatto da Vasco Rossi a inizio settembre. Nel messaggio, il rocker citava Hugo: “Chi apre la porta di una scuola, chiude una prigione”.

Giorgia ha “fatto la cartella” twittando: “Mascherina, disinfettante, merenda, dita incrociate ed è scuola!”. Il figlio della cantante e di Emanuel Lo ha iniziato la prima media.

Per augurare un buon ritorno a scuola, Emma ha usato un’immagine di Bart Simpson in punizione alla lavagna, mentre Francesca Michielin ha ricordato che “che la cultura ci rende persone libere e aiuta a difenderci”.

Due papà, come Giuliano Sangiorgi e Daniele Silvestri, hanno spiegato che lo studio e la scuola rendono migliori. In particolare, Daniele ha accompagnato per mano suo figlio che inizia la scuola e l’ha invitato a “sorridere tanto”.


Autore:
Andrea Daz
14-09-2020 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO