Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA ALESSANDRIA (AL) 98.400

Emma e Alessandra Amoroso, congiunte in Pezzo di cuore: 'Un brano segreto' Il Festival di Sanremo? “Saremmo ben contente di esserci”. La fotogallery 12-01-2021

Emma Marrone e Alessandra Amoroso presentano la canzone Pezzo di cuore, fuori il 15 gennaio, “congiunte” su Zoom: com'è nato il duetto e come l'hanno tenuto segreto, l'amicizia e le loro vite da Amici di Maria De Filippi ad oggi, per un “abbraccio viscerale che continua da 11 anni”. Il Festival di Sanremo 2021?Saremmo ben contente di esserci”. Ecco la fotogallery con gli scatti di Chiara Mirelli e 3 botta e risposta, oltre a qualche sassolino nella scarpa.

PEZZO DI CUORE.La voglia di fare un brano insieme c'era da anni, i fan lo chiedevano da tempo: è stata una scelta istintiva”, spiega Emma, “Ero a Milano per X-Factor, ho sentito l'irrequietezza di fare qualcosa e di ripartire con entusiasmo, come direbbe Alessandra. Avevo voglia di una canzone senza tempo, una ballad: Dario Faini e Davide Petrella hanno tradotto i miei pensieri in musica. Ho mandato il provino ad Alessandra su WhatsApp e le ho detto: 'Non penso tu possa dirmi di no'. Dopo 10 anni di carriera separate abbiamo trovato il modo di unire i nostri mondi”.

Questo 'pezzo di cuore' è accanto a me finalmente. È vero che non potevo rispondere diversamente: non potevo tirarmi indietro ma non l'avrei mai fatto”, ribatte Alessandra Amoroso, “Era una volontà che avevamo già espresso entrambe. Quando ho ascoltato il brano ho pensato proprio a un dialogo tra me e lei: sono davvero felice. In quest'ultimo anno abbiamo pensato a stare da soli, con noi stessi, e a guardarci dentro: una parte importante è l'amor proprio. Forse finalmente noi due abbiamo trovato quel sano egoismo che ci permette di stare al primo posto e di dare la giusta priorità alle giuste cose”.

IL DUETTO SEGRETO E IL TESTO. Emma Marrone racconta poi come hanno tenuto nascosto il brano: “Abbiamo registrato in studio da Dario, è stata una giornata normale, c'era tanta emozione per entrambe. Captavamo il peso specifico di quello che stavamo realizzando e c'era anche l'emozione del segreto, perché non lo sapeva nessuno: siamo arrivate incappucciate a distanza di 10 minuti l'una dall'altra. Dario e Davide fanno parte della nostra carriera artistica da sempre, quindi era una famiglia. Al microfono ci siamo aiutate: è stato naturale, non è scontato che succeda e che due artiste riescano a far trapelare i propri difetti, le stonature e le risate. Io e Alessandra non dobbiamo nasconderci tra di noi: siamo state professionali ma non avevamo finte armature da artiste di mondo. Anche le case discografiche sono state informate dopo. Abbiamo fatto in poco tempo quello che volevamo fare, con tutte le difficoltà del caso, tra virus e tamponi. Ne eravamo al corrente solo noi: adesso si lavora a quello che potrebbe succedere con questo brano”.

Ma di cosa parla davvero il brano? “'Pezzo di cuore' è una canzone universale, cantarla insieme è stato facile perché ci sappiamo ascoltare a vicenda, anche se siamo diverse: quando due persone sanno ascoltarsi, le loro voci sanno andare all'unisono. La storia raccontata nel testo riguarda tutti, è autobiografica fino a un certo punto, ma tutti ci facciamo domande sulla vita, sull'amore e sul lavoro. Io sono molto autocritica: a volte mi sono data colpe che non avevo e ho subito pregiudizi. Ora a 36 anni ho fatto pace con questa storia: mi voglio bene. Come colonna sonora? È una canzone pop romantica, starebbe bene con Muccino, Ozpetek o anche un cartone della Disney: due principesse moderne! Noi a cartone sarebbe fantastico!”. Dal 29 gennaio il brano sarà anche disponibile in edizione limitata nella versione vinile 45 giri, acquistabile in esclusiva sul sito di Universal Music Italia.

ALBUM E CONCERTI. Alessandra Amoroso parla dell'ipotesi che da “Pezzo di cuore” nascano un disco e un tour insieme: “Fare un progetto lungo, un album insieme magari anche live, è una bella idea. Però ora è bene fare un passo alla volta: pensiamo a oggi. Quello che vorrà Dio...”. Emma aggiunge: “Capiamo come si mettono le cose, io quest'anno cercherò di portare avanti il mio tour, ho bisogno di far ripartire tecnicamente e economicamente la macchina dei concerti. È uscito un album, Fortuna, che poi non ha avuto modo di esplodere: è chiaro che Alessandra sarà ospite ovunque vorrà. 'Pezzo di cuore' è nata per essere cantata dal vivo”.

DA AMICI AD OGGI. Maria De Filippi, con Amici, ha dato una spinta alle loro carriere: “Maria è molto contenta di questo duo e di vedere finalmente le due figlie cantare insieme. Volevo esprimermi con un'amica in una canzone: Emma è arrivata nel momento giusto della mia vita. Avevo il batticuore” dice Alessandra Amoroso che poi si scambia le canzoni preferite con l'amica: “Ho già avuto la fortuna di cantare il suo brano 'Sarò libera', anche nelle sue ospitate: per me duettare con lei è sempre molto emozionante. Io sotto certi punti di vista sono più istintiva e impulsiva, mentre lei è più pacata e riflessiva”. Emma Marrone replica: “'L'imprinting Amoroso' per me è avvenuto con brani come Stupida o Immobile, lì si è subito capito qual era il suo stile umano e artistico. La sua dote che vorrei è la sana leggerezza che a me a volte manca”.

SANREMO, DAL 2012 AL 2021? È naturale che “Pezzo di cuore” lasci pensare all'ipotesi di vedere Emma Marrone e Alessandra Amoroso insieme su un palco importante come quello del Festival di Amadeus: “Non ci siamo mai tirate indietro davanti alle richieste, facciamo questo mestiere per stare sul palco, saremmo ben contente di esserci. Quello che succederà succederà. Noi non ci tiriamo indietro. Sanremo muove tante cose. Però io ora devo chiudere il progetto dell'album dei miei 10 anni che è rimasto senza tour. A Sanremo ci sono andata in tante vesti, non avrei problemi a rimettermi in gioco e a divertirmi, è il luna park più bello del nostro ambiente” commenta Emma mentre Sandra spiega: “Con i tempi giusti avremmo anche potuto portare il brano in gara, certo, sarebbe stato bello, una cosa nuova per noi. Ci avremmo fatto un pensiero. Per adesso nessuno ci ha chiamate”. Il portavoce Riccardo Vitanza chiude così l'argomento Sanremo 2021: “Hanno già detto tutto quello che potevano dire, navighiamo a vista in piena pandemia: tante decisioni si prendono oggi per domani”.

Emma quindi ricorda: “Non dimentico il Festival del 2012 (vinto con 'Non è l'inferno', ndr), è stato incredibile e meraviglioso. Quando l'ho vista scendere dalle scale con l'abito nero ho pensato che di lei mi potevo fidare: era un palco importante per me. Scendevo insieme lei e la guardavo perché ero contenta e orgogliosa di averla al mio fianco: lei sui tacchi è molto più brava di me”. “Io mi ero cagata sotto!esclama Alessandra, “Era la prima volta. Ricordo le gambe che tremavano, aldilà della scelta del vestito e delle scale: però sapevo di stare accanto a lei e per lei, con la sua mano. Ancora oggi guardo Emma e trovo serenità e famiglia, passa la paura”.

DONNE E ARTISTE, VERE.Vogliamo portare il messaggio dell'unione femminile: le donne insieme hanno una potenza molto grande. Non ci siamo mai tirate i capelli: dal 2009-2010 siamo subito diventate amiche, forse perché cresciute nella stessa terra e con gli stessi valori. Noi donne, insieme, possiamo fare la differenza” afferma Alessandra, mentre Emma chiosa: “Non credo nella solidarietà femminile, sono poche le donne che preferiscono condividere. Tante vogliono il ruolo di prima donna, è difficile stare fianco a fianco, succede anche per gli uomini. Dipende da quanto uno è davvero risolto dentro, quando sai chi sei e quanto vali. Noi speriamo di essere un esempio”.

E aggiunge: “Siamo due ragazze che ci hanno creduto fino in fondo, abbiamo tenuto botta, quando alcuni pensavano che fossimo solo parte di un progetto televisivo. Siamo migliorate, ci siamo emancipate, abbiamo lottato: ci siamo fatte un mazzo così dalla mattina alla sera, senza favoritismi, spesso con una stampa non molto dolce nei nostri confronti e con una lente d'ingrandimento puntata su di noi, quasi come se dovessimo chiedere scusa per il successo ottenuto. Dopo 10 anni siamo qua con le nostre difficoltà, in un periodo duro, ed è questa la storia del nostro brano: siamo due donne, vere, e due artiste”.

3 BOTTA E RISPOSTA.

1. Emma: “Prima di Amici andavo in giro con la faccia dipinta di bianco, ero del mondo indie. In questo momento la musica è molto strana: dove vedo molti platini ci sono poche arene piene. Fino a quando pagherò bollette e assicurazioni con la musica sarò contenta, visto che sono partita da un paese piccolo così”
Alessandra: “Sì, nel nostro piccolo siamo riuscite a fare qualcosina. Se per qualcuno erano scorregge... erano molto profumate!”

2. Emma: “Se fossi un personaggio sportivo, io sarei Fiona May”. Alessandra: “Io Roberta Vinci”

3. Emma: “Se stiamo vivendo l'amore? Mi sembra chiaro che siamo congiunte!”
Alessandra: “Abbiamo imparato l'amore per noi stesse, oltre al fatto che l'amo tanto, finalmente lo posso dire: ti amo!”


Autore:
Francesco Carrubba
12-01-2021 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO