Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA MONTALTO UFFUGO (CS) 94.300

Emma e Alessandra Amoroso: “Sanremo? Aspettiamo la telefonata di Amadeus” “Il nostro duetto in Pezzo di cuore è un esempio concreto di unione” 20-01-2021

Emma Marrone e Alessandra Amoroso presentano “Pezzo di cuore” a Radio Italia: “Se saremo al Festival di Sanremo 2021? Se Amadeus telefona, andiamo subito in autostop”. Il 29 gennaio il loro primo vero duetto uscirà anche il vinile 45 giri, “una chicca bellissima”: ecco l'intervista con Mauro Marino e Manola Moslehi in onda dal nostro Reward Music Place.

Pezzo di cuore” è uno dei duetti più attesi degli ultimi 10 anni, bramato dalle vostre enormi fanbase: quali sono stati i commenti dei fan più divertenti che vi sono arrivati?
Alessandra:
“Mi state facendo piangere le lacrime del battesimo. Questo mi è rimasto impresso!”

Ripercorriamo gli “eventi” che hanno portato al vostro primo vero duetto. Il primo passo lo ha fatto Emma?
Emma:
“Ero a Milano a X Factor e a un certo punto erano veramente un po' di giorni che sentivo il bisogno di uscire con una ballad che fosse piena di speranza. Ho sentito Dardust e Davide Petrella che hanno tradotto in musica i miei sentimenti e, a brano ultimato, ho sentito la signora Amoroso. Era un po' nell'aria tra me e lei, ne avevamo parlato l'estate scorsa a Verona, aspettavamo il pezzo giusto”

Il testo è un dialogo tra 2 amiche, che cercano il modo giusto per vivere i sentimenti in modo autentico, a partire dall’amor proprio: oggi potete dire di amare voi stesse?
Insieme: “Sì, tantissimo. È molto bello amarsi: è bello avere consapevolezze, scoprirsi e maturare. L'amore per se stessi è la consapevolezza più difficile e più grande che si possa avere, perché solo una volta che ce l'hai puoi amare gli altri”

Il video è un emozionante viaggio fino al vostro abbraccio: perché il bianco e nero?
Emma:
“E' tutto in linea con la canzone: un pezzo senza tempo, senza una collocazione precisa nel tempo o nei generi, quindi in questa copertina noi sembreremo fighe anche fra 10 anni”

Ripercorriamo anche le tappe della vostra amicizia: le vostre carriere sono iniziate con la vittoria di “Amici”...
Alessandra:
“Ci siamo incontrate lì, io ero uscita l'anno prima. L'ho vista nei corridoi: ci siamo subito riconosciute nelle nostre radici salentine”
Emma: “Non ci siamo perse, sono 10 anni che lavoriamo sempre, viviamo tutte e due a Roma ma a volte non riusciamo neanche a prenderci un caffè. Tra tour, film, promozioni e i ritorni in Puglia non ci vediamo spesso: forse è più facile incontrarsi giù. Ora comunque siamo sempre insieme per Pezzo di cuore: ci hanno soprannominato Sandra e Raimondo!”

Cosa direste oggi alle due ragazzine che eravate 10 anni fa?
Alessandra:
“Le darei una bella pacchetta e le direi: brava, sei stata brava”
Emma: “Adesso ho più consapevolezza, alla me di 10 anni fa direi: stai tranquilla, è tutto a posto, andrà tutto bene”

Quando avete presentato il duetto alla stampa, non c'erano ancora notizie certe sulla vostra possibile presenza a Sanremo 2021: ora ci sono sviluppi o conferme?
Emma:
“A te ti hanno chiamato? (ride, ndr) Amadeus ha risposto per noi: 'Sarebbe bello, non le abbiamo ancora chiamate' ha detto. Per noi, quello di Sanremo è un palco che amiamo, stimiamo e rispettiamo: se dovesse arrivare la telefonata di Amadeus, noi siamo pronte, veniamo subito anche con l'autostop”

Cosa augurate all'altra per il futuro?
Emma:
“Auguro ad Alessandra di ricordare l'emozione che sta provando in questo momento, perché qui è l'Ale che conosco io privatamente come donna, artista e amica. Le auguro di non farsi influenzare mai dagli altri. È una persona che ti influenza positivamente: siamo completamente diverse ma riusciamo a completarci. Le auguro altri 10 anni così, sui palchi, a riempire le arene”
Alessandra: “Le auguro la stessa cosa, penso tutto quello che ha detto, spero che possa davvero trovare la felicità completa sia nel lavoro sia nel privato”

A proposito, c'è speranza di rivedervi presto sotto al palco in concerto dal vivo? Ci sono previsioni in merito?
Emma:
“Ho un decennale da festeggiare, ho già detto al mio staff che io quest'anno devo andare in tour, anche cambiando tutti i piani e con nuove modalità, naturalmente in sicurezza. Però devo farlo”
Alessandra: “E io vengo con te! Mi sono già accollata... Lei mi ha dato veramente una grande mano in un momento molto particolare e devo dire che per me Pezzo di cuore è stata una carezza al cuore”
Emma: “Ti mando il conto! Io non sono per le moine pubbliche, dai lo sai...”


Pensare alle persone in platea oggi sembra un sogno: che emozioni vi dà rivedere eventi con tanto pubblico come RADIO ITALIA LIVE - IL CONCERTO?
Alessandra: “Sembrano passati decenni da quando si poteva vedere e toccare la gente che canta. Dà malinconia, è tutto molto triste. Manca tutto il mondo della musica”
Emma: “E' brutto per noi, sia come artiste sia come spettatrici: anche non poter vedere i miei colleghi esibirsi con una birretta e gli amici mi manca”

Siete consapevoli del fatto che la collaborazione tra due donne come voi porta con sé un messaggio di “unione” potentissimo?
Emma: “Siamo un esempio concreto, perché mancano i fatti, di parole ce ne sono troppe. Questa collaborazione rompe tutto ciò che è stato sempre detto di noi: è bello quando invece di rispondere con le parole, fai una canzone, una cosa che si può toccare”
Alessandra: “La verità è che noi ci vogliamo veramente tanto bene”. Emma:Non esagerare dai (ridono, ndr)
Alessandra: “Lei è un po' più dura ma poi se ne esce fuori con delle cose all'improvviso. Due volte, durante le interviste, se n'è uscita con cose nostre personali che mi hanno spiazzato: come si dice, can che abbaia non morde”
Emma: “Sono dissociata, ogni tanto mi dissocio anche da me stessa!”

Amplificherete questo stesso messaggio con altre 5 vostre colleghe (Fiorella Mannoia, Giorgia, Elisa, Gianna Nannini e Laura Pausini), tutte unite contro le violenze, all'evento “Una. Nessuna. Centomila - Il Concerto”, ora previsto per il 26 giugno 2021.
Alessandra: “Si spera di poterlo fare. Oltre a questo progetto abbiamo cercato sempre di essere dalla parte delle donne. Per colpa di questo virus è difficile progettare il futuro. Comunque ogni giorno bisogna stare veramente accanto alle donne che hanno bisogno”

Autore:
Francesco Carrubba
20-01-2021 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO