Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA CORCIANO (PG) 98.900

Elodie a Radio Italia: Margarita con Marracash, la femminilità, il futuro Il nuovo singolo per l'estate 2019 è appena stato certificato Disco d'Oro 22-07-2019

Margarita, il nuovo singolo di Elodie e Marracash scritto con Carl Brave, Lorenzo Fragola e Franco126, è appena diventato Disco d'Oro. Elodie Di Patrizi, 29 anni d'età, seguitissima su Instagram e emersa da Amici di Maria De Filippi, si racconta a Radio Italia con Mauro Marino e Manola Moslehi.

Perché “Margarita”? “Perché è buono, non ci sono sempre motivi molti alti: è fresco ed estivo, è stilosetto e cool. I cocktail sono quasi finiti, nelle canzoni sono stati citati in molte occasioni, quindi presto noi cantanti parleremo d'altro. Una volta le protagoniste erano le città, chissà quali saranno i prossimi temi...”

Com'è nata la collaborazione con Marracash? “In realtà il pezzo era già finito e pronto, ero molto contenta e soddisfatta ma la mia casa discografica mi ha proposto di inserirci un feat. La prima opzione era Marra, che però non fa molte collaborazioni. La richiesta era ambiziosa ma mi ha fatto piacere che lui abbia accettato subito perché il pezzo gli è piaciuto. Prima che esca un pezzo c'è sempre un po' di strizza. Non è semplice fare i duetti ma a me piace lavorare in squadra e di solito riesco a trovare una sintonia, come con Stash e i Kolors per 'Pensare male'. Marra ha aggiunto anche un po' di riferimenti all'attualità. Spesso le collaborazioni nascono in base alle canzoni, alle sonorità e alla vocalità, io mi affido molto al mio team e alla mia etichetta”

Il brano “Margarita” è stato scritto da Franco126, Carl Brave e Lorenzo Fragola. “Non sembra neanche un pezzo scritto da uomini, è molto delicato, si sono immedesimati molto bene, hanno una grande sensibilità”

Nel videoclip della canzone sei molto sensuale. “Non è da me essere molto femminile, sono auto-ironica, mi piace giocare. Abbiamo fatto un video estivo al contrario, al chiuso, in un limbo giallo: dovevano uscire solo la personalità e le espressioni. Prima di fare la cantante lavoravo in discoteca, facevo l'animazione e quindi la cubista e la vocalist, cantando. Le esperienze precedenti devono essere costruttive e possono servire successivamente”

Come sei cambiata in questi anni? “Faccio questo mestiere da 3 anni, da Amici di Maria De Filippi in poi. Ora sono più consapevole. All'inizio annusavo quello che succedeva: è un lavoro con tanti aspetti un po' difficili, nell'ultimo anno ho capito dove voglio andare, cosa voglio fare e cosa voglio raccontare. Faccio l'interprete, sono una performer, quindi la cura del corpo è molto importante: sto cercando di allineare il tutto. Posso usare il mio corpo per comunicare e come brand ambassador: ci sono tante cose che si possono fare legate alla musica”

Saper fare l'interprete è molto difficile. “Come interprete bisogna dare qualcosa in più, altrimenti non hai motivo di esistere, altrimenti un pezzo potrebbe essere cantato da chiunque altro”

Cosa succederà dopo l'estate? “Io non scrivo, però ora partecipo alle sessioni di scrittura, perché voglio che gli autori mi conoscano. Stiamo facendo anche un lavoro sul suono: ci sono delle cose che hanno già una forma, quindi sono contenta ma anche spaventata, perché le novità implicano aspettative. Questo lavoro mi diverte tanto e mi piace stare sotto stress, non vado mai nel panico: questa vita è una bella altalena, un terno al lotto”

 


Autore:
Francesco Carrubba
22-07-2019 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO