Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA FRANCAVILLA AL MARE (CH) 101.800

Milano è On: il rock di Elisa travolge il Forum sold out In scaletta 26 brani e i tributi a Mia Martini e Leonard Cohen 26-11-2016

Un boato e Milano è “On”, sold out per il Tour di Elisa. Il Mediolanum Forum di Assago ospita due live della tournée: una scaletta di 26 canzoni per oltre due ore di rock. Il concerto è uno show di musica, luci e visual, dominato dall'incredibile voce dell'artista e dal potente sound della band, capitanata dal chitarrista Andrea Rigonat, compagno della cantante sul palco e nella vita. La prima delle due date, quella di ieri venerdì 25 novembre, ha presto registrato il tutto esaurito.

Dopo l'apertura di Lele Esposito, finalista di Amici 2016, sul palco si alza un velo che è anche un maxi-schermo, su cui appare Elisa: percuote a tempo con forza l'hang drum e poi passa al flauto traverso, per introdurre lo show e “Bad Habits”, il brano che apre la serata e l'ultimo album “On”. Tre schermi sullo sfondo mostrano in video coreografie di ballerini.

Ora Elisa è in mezzo al palco: tutto il pubblico canta con lei “No Hero”, il singolo che ha fatto da apripista per il disco. Mentre sui video scorrono immagini e animazioni, le casse acustiche riempiono il palasport con le note di “Catch the Light” e “Ready Now”, quest'ultima accompagnata dalla scritta “Equal Rights”. Poi l'artista introduce al sintetizzatore con effetti elettronici “Stay” e, mentre la intona, si allunga per stringere le mani delle prime file: il finale è un duetto chitarra e voce con il marito Andrea.

È il momento di una sequenza di canzoni in italiano, tra le più amate dalla gente: quasi non serve cantare il ritornello di “Bruciare per te”, l'ultimo singolo estratto da “On”, perché ci pensa il pubblico. “L'anima vola” crea un'atmosfera rarefatta e poi una climax che trascina fino al coro unico di “Eppure sentire”. “Qualcosa che non c'è”, eseguita con piano, voce e chitarra acustica, porta a un momento molto intimo: Elisa, seduta a bordo palco, canta due brani chitarra e voce, subito raggiunta dalla band con altre quattro chitarre: “The Window” e “Broken”.

Per “Ti vorrei sollevare” si leva di nuovo il coro della platea e la cantante torna ad abbracciare le prime file; “Stringiamoci più forte ancora e teniamoci vicino al cuore!”, è l'ultimo verso del brano: i fan e l'artista sono una cosa sola. Il primo tributo della serata è “Almeno tu nell'universo”: Elisa canta la sua famosa cover con alle spalle un cielo notturno puntellato di stelle e il duetto con gli spettatori continua. Sullo sfondo appare lo sguardo di Mia Martini, che aveva portato al successo questa canzone.

Le mani salgono ancora al cielo e tengono il tempo per “Heaven Out of Hell” mentre “Luce (Tramonti a nord est)”, il brano scritto con Zucchero e vincitore al Festival di Sanremo 2001 - 15 anni fa -, è un botta e risposta con il pubblico che completa i versi: sugli schermi boschi, alberi e natura. Gli occhi di Elisa diventano lucidi su “A modo tuo”: il pezzo scritto da Luciano Ligabue descrive con intensità la bellezza e la difficoltà di un genitore nel rapportarsi alla crescita di un figlio. La cantante, che ha avuto i due figli Emma Cecile e Sebastian con Rigonat, sente molto questa canzone.

Dopo “Yashal” arriva il secondo tributo, quello per Leonard Cohen: il Forum ascolta in silenzio i cori e le vocalizzazioni di “Hallelujah”, che Elisa aveva già reinterpretato e inserito nell'album “Lotus” del 2003. La cantante intreccia la sua voce magica a quelle delle sue due coriste black, Jessica Childress e Charlotte Gibson. Si riprende a ballare con “Love me forever”, “Peter Pan”, “Labyrinth” e “Rainbow”: Elisa, in grande forma come si vede nella foto di radioitalia.it scattata al live, incita il pubblico a scatenarsi e su “Together” lancia un messaggio di pace, anche con l'aiuto di un megafono.

Il sound è sempre più potente fino ai bis del gran finale: la cantante, in veste bianca, saluta Milano con “With the Hurt”, “Gli ostacoli del cuore” e “Cure me”. Un concerto molto rock con tante canzoni e poche parole, tutte di felicità per i suoi fan: la voce super di Elisa emoziona e lascia sempre a bocca aperta, dalle note basse agli acuti più alti. L'On Tour, dopo la seconda data milanese di sabato 26 novembre, sbarca alla Kioene Arena (ex Palafabris) di Padova martedì 29.

 


26-11-2016 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO