Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA ANDRIA (BA) 107.800

Coez a Radio Italia: “Ho portato il rap nella canzone d'autore” “Canto per immagini perché provengo dal mondo dei graffiti” 10-09-2019

Coez, per la prima volta a Radio Italia, presenta il suo nuovo singolo La tua canzone, Disco Italia di questa settimana. Dai graffiti alla musica: l'artista si racconta in diretta con i nostri Mauro Marino e Manola Moslehi. Inoltre, dal 29 settembre l'artista sarà in tutta Italia con È sempre bello tour.

Hai fatto una bella gavetta... Abbastanza. Saranno 6-7 anni che lo faccio come mestiere, ma ho iniziato tanti anni prima. Quando ho iniziato con il mio gruppo rap non avrei mai pensato che sarebbe diventato un lavoro”.

Tu hai iniziato facendo graffiti.Sì, Coez era la mia firma. Poi mi sono spostato al rap, poi alla canzone e poi si vedrà. È tutto un fatto di comunicazione, ogni cosa ha un suo linguaggio. Se diventa restrittivo, devi modificarlo. Le canzoni d'amore abbracciano tutti quanti, tutti possono riconoscersi”.

La tua canzone è una canzone d'amore ma non ha la struttura classica...Questo disco l'ho fatto con Niccolò Contessa e noi non abbiamo mai un'idea precisa su quello che dobbiamo fare. Magari ci viene un pezzo d'amore ma non sulla ballata. Non bisogna inseguire la stessa tipologia di pezzo. Questa è un po' rock, ci sono molte chitarre e io di solito non le uso”.

Il tuo album È sempre bello è già disco d'Oro. Ti sta ripagando degli sforzi fatti?In generale, mi sta ripagando tutto il percorso fatto. Ci sono dischi che ti porti avanti per un sacco di anni, altri che portano numeri nell'immediato. Questo sta andando bene, mi diverte un po' di più nei live, non ci sono troppi pezzi lenti e ballad, anche perché quelli li ho già. Con questo disco abbiamo aggiunto più grinta”.

Da Faccio un casino cosa è cambiato?Quello era disco più corale, con molti produttori e meno omogeneo. Questo è più un concept album, gira tutto intorno all'idea di bellezza. Il fil rouge è proprio 'è sempre bello'. Per me c'è molta differenza tra la stesura di una strofa hip hop e quella di una canzone. Il rap ha molti slogan che funzionano, la canzone è più omogenea. Io penso di essere riuscito a portare alcune cose del rap nella canzone d'autore”.

Sei molto evocativo, canti immagini precise... Forse è dovuto anche al fatto che vengo dai graffiti, da un'arte figurativa”.

Parte un tour, il 29 di settembre... Partiamo con l'Arena di Verona. Il 12 ottobre 12 ottobre c'è Torino, il 20 Ancona, il 27 Milano che è sold out, ma abbiamo aggiunto un'altra data il 26 novembre, ci sono Livorno, Firenze...”.

Torniamo sul brano Domenica. Qui torni un po' agli anni 80... Il brano è partito da me come È sempre bello e Niccolò ha prodotto. Domenica era così quasi come la senti, stavo ascoltando T'immagini di Vasco e mi era rimasta in testa. Quando è partito il beat, ho pensato alle domeniche degli anni 80”.


Autore:
Chiara Cipolla
10-09-2019 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO