Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA BARLETTA (BA) 107.800

Brunori Sas presenta a Radio Italia il nuovo album Cip! Svela un simpatico retroscena sulla canzone dedicata al fratello 13-01-2020

Il 2020 di Brunori Sas è iniziato molto bene: il nuovo album Cip!, uscito il 10 gennaio, ha debuttato al primo posto della classifica di iTunes. “Ironicamente mi dico: 'Il popolo italiano finalmente se n'è accorto”, ha detto scherzosamente Brunori Sas ai microfoni di Radio Italia, riferendosi alle sue doti di cantautore.

(Manola Moslehi) Il 10 gennaio è uscito Cip!. Il disco è balzato immediamente sulla vetta di iTunes... (Brunori Sas) “Ironicamente mi dico: 'Il popolo italiano finalmente se n'è accorto'. È un disco a cui tengo molto. Le canzoni sono corali e sono contento che stiano arrivando a tante persone”.

(Manola) Come mai hai scelto il titolo Cip!. Poi sulla copertina c'è un pettirosso... (Brunori) “Il pettirosso è un uccello piccolo, ma dal carattere non propriamente docile. Mi piaceva questo contrasto. Le canzoni sono dolci, ma trattano argomenti che non sono lievi. Mi sono rivisto molto in questo uccellino e in questa copertina”.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Il nuovo album uscirà il 10 gennaio e si chiamerà "Cip!". Le ragioni di questo titolo, almeno per il momento, vorrei tenerle per me. E non perché io sia malvagio (e lo sono), ma perché la scelta di un titolo sonoro nasce anche dalla voglia di lasciarvi uno spazio. Mi piace l'idea che possiate trovarci un significato associandolo liberamente alle canzoni contenute nel disco e al pettirosso di copertina religiosamente dipinto da un artista che stimo tanto: Robert Figlia @studioinnero Ovviamente sono disposto ad accettare le vostre critiche con calma e maturità, ma sappiate che se non vi piace questo titolo e soprattutto questa copertina siete delle brutte persone e non vi parlo più. Cip & love! D.

Un post condiviso da Brunori Sas (@brunorisas) in data: 4 Dic 2019 alle ore 5:00 PST

(Manola) Fra queste 11 tracce ce n'è una a cui sei più legato? (Brunori) “È difficile. Solitamente, alla fine del disco faccio una specie di anti-promozione. Poi, mi slego. Ora sto riascoltando Cip! per i prossimi live. Ad esempio, il brano Mio fratello Alessandro mi sta dando qualche problema (ride). L'ho scritto per esorcizzare quel periodo. Mio fratello mi ha chiamato dicendo: 'Spero che il disco vada bene, così puoi pagare la causa che sto per intentare contro di te'. L'incipit ('Mio fratello Alessandro /ormai sviene sempre /forse ha qualcosa nel cuore /forse nella mente/ma visto che un poco di lui alberga anche in me /mi prenderò cura di lui per curarmi di me) fa ridere, ma racconta un po' il disco. Prendersi cura degli altri significa prendersi cura di sé”.

(Manola) Il brano e il video di Per due che come noi hanno un risolutivo “Ti amo”. Tra l'altro mi raccontavi che hai fatto tu la sceneggiatura del video... (Brunori) “Sì, ma in realtà Duccio Chiarini ha fatto tutto il lavoro. La nostra idea era di rappresentare la coppia 'duplice”, che si rivede dopo tanti anni. L'amore e l'innamoramento attraversano diverse fasi. L'innamoramento è ciclico”.

(Manola) Cip! si sviluppa su 3 piani... (Brunori) “È un disco semplice che parla di cose semplici: ill bene e il male, la vita e la morte. Ho cercato di parlarne con un lieve sorriso”.

(Manola) È una sorta di dialogo tra amici... (Brunori) “L'idea era di creare un 'Noi'. Volevo cantare di questa umanità che è amareggiata. È un invito a cinguettare”.

(Manola) Vogliamo parlare del file excel creato prima di Cip? Su questo file hai segnato quello che volevi e quello che non volevi dall'album. Lo hai rispettato? (Brunori) “Sì, ci sono anche delle formule strane (ride). È uscito il mio lato di maniaco del controllo”.

(Manola) Sei impegnato con il tour instore Parla con Dario... (Brunori) “Ci stiamo divertendo molto. I fan mettono delle domande in un'urna. Io rispondo sempre e comunque. L'interazione con il pubblico è sempre sorprendente”.


Autore:
Mara Bizzoco
13-01-2020 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO