Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA MARANO DI NAPOLI (NA) 96.800

Biagio Antonacci e Laura Pausini tra tour, nuovi progetti e pause A Radio Italia raccontano come è nata la loro amicizia 02-04-2019

A Radio Italia Solomusicaitaliana, Biagio Antonacci e Laura Pausini presentano In questa nostra casa nuova, la nuova canzone che anticipa il tour che li vedrà per la prima volta insieme sui palchi dei principali stadi italiani (qui tutte le date). “Uno dei motivi per cui facciamo questo tour è che io sono una sua grande fan”, ha svelato Laura ai microfoni di Mauro Marino e Manola Moslehi.

Tra una battuta e l'altra e davanti a un Verti Music Place gremito di fan, Biagio e Laura svelano molte chicche sulla loro amicizia e non solo. "A Sanremo, nel 1993, io ero fra i Giovani, mentre lui tra i Big. In quei giorni, mi aveva mandato un telegramma...".

(Manola) Raccontateci un po' In questa nostra casa nuova... (Laura) “Non avevamo in mente di fare un brano nuovo. Ma in questo periodo mi ha fatto ascoltare molte canzoni del suo nuovo disco (che uscirà prossimamente). La prima che mi ha fatto sentire è stata proprio questa. Dopo averla acoltata gli ho chiesto: 'Sei sicuro di volerla cantare da solo?' Perché non la posso cantare anche io?'”'. (Biagio) “In realtà era nata per un'altra (ride)”.

(Mauro) Biagio ha scritto molte cose per te, Laura... (Laura) “Le canzoni che Biagio ha scritto per me hanno segnato la mia carriera. La prima è stata 'Tra te e il mare'. Penso che alcune canzoni vengano scritte pensando a me (ride). A parte gli scherzi, uno dei motivi per cui facciamo questo tour è che io sono una sua grande fan. Il concerto inizia rockissimo, poi diventa acustico... non vedo l'ora!”.

(Mauro) Laura, hai preso 4 Grammy. Ma ti rendi conto? (Laura) “È anche merito di Biagio”.

(Manola) E poi “Fatti sentire” è stato certificato doppio Disco di Platino. Nella versione spagnola ha vinto nella categoria “Best traditional pop vocal album”...

(Mauro) A proposito di Spagna, ci siete stati recentemente... (Biagio) “È stata un'esperienza bellissima. Senza di lei non avrei avuto questa possibilità”. (Laura) “E ma se uno non ha le canzoni belle. Lui è con me da sempre. Lo sapete che lui ha paura di volare? Se partiamo da aeroporti diversi, ci manda le sue foto con il finestrino”.

(Manola) Ma è vero, Biagio, che quando le hai proposto di fare il tour ti ha risposto: “Sono stanca”? (Biagio) “In realtà mi ha detto 'Nì”. Era comprensibile, aveva appena finito il tour, dei programmi tv all'estero...” (Laura) “Non ci vedevamo da tempo. È da anni che messaggiamo e basta”. (Biagio) “Ha accettato non dicendomelo esplicitamente. Mi ha detto: 'Forse domenica sono libera. Vorrei farmi due scatti. Così facciamo il manifesto'. A quel punto le ho chiesto: 'Ah, quindi, fai il tour con me? Beh, io ci sono allora. Poi sono andato da lei. Lei aveva gia fatto preparare tutto, anche le transenne. (Scherza) Io arrivai sgualcito e lei mi stirò”.

(Mauro) Si vede proprio che siete amici. Come è nata questa vostra amicizia? (Biagio) “Lei è più giovane. Ve lo racconterà lei”. (Laura) “A Sanremo, nel 1993, io ero fra i Giovani, mentre lui tra i Big. In quei giorni, mi aveva mandato un telegramma in cui c'era scritto: 'Secondo me tu sei la più brava'. Poi ci siamo rivisti in Turchia. E poi ancora sono passati anni, fino a quando un giorno mi detto che aveva scritto una canzone per me. È venuto da me, mi ha intonato con la chitarra un verso di Tra te e il mare. Appena l'ho sentita ho deciso che dovevo inserirla nel mio album che teoricamente era già chiuso. Poi, ci siamo avvicinati ancora di più perché ci sono successe cose molte simili nella vita privata. Una sera, lui sapeva che stavo male, piangevo, e mi ha proposto di uscire a Milano. Mi ha portata a mangiare il giapponese che a lui piace molto, ma a me... Comunque, è stata l'occasione di conoscerci meglio”.

(Manola) Torniamo al presente. Prima del tour, il 15 giugno a Roma, ci sarà il Biagio e Laura Party 2019. Presenterete il palco... non potete dirci qualcosa in più? (Laura) "Chi verrà dovrà essere il primo a saperlo. Se non gli piacerà, noi dobbiamo saperlo. Ci teniamo. Il palco ha la sua importanza”.

(Mauro) Avete un repertorio notevole. Come avete scelto i brani? (Laura) “Siamo stati una settimana chiusi nella mia casa in campagna. Abbiamo suonato con i nostri chitarristi e abbiamo fatto la scaletta. Dopo due giorni, Biagio mi ha scritto chiedendomi: 'Quando faremo la scaletta. Quella fatta in campagna era per puro divertimento'”. (Biagio) "Anche perché quella scaletta prevedeva uno show di 4 ore. È stata dura. Lei non voleva togliere nessuna canzone”. (Laura) “Io voglio fare questo tour per cantare le sue canzoni. Abbiamo organizzato tutto noi. Nessuno sapeva nulla, neanche i nostri manager. Noi lo facciamo per stare insieme, per fare musica insieme. Vedrete: sarà come stare a casa nostra”.

(Mauro) Nel frattempo state preparando qualcosa di nuovo? (Biagio) “Noi siamo perennemente un forno pieno di idee”. (Laura) “Dopo il tour mi fermerò. Alla fine sono cinque anni che non mi fermo. Lavora Biagio. D'altronde in questa nostra casa nuova bisogna mettere dei mobili”.

 


Autore:
Mara Bizzoco
02-04-2019 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO