Menu
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA BORGO VALSUGANA (TN) 88.900

Biagio Antonacci chiude #Rilive: piazza Duomo è “pazza di lui” Duetta con Mario Incudine: “Come dice Venditti, che fantastica storia è la vita” 16-06-2018

Il compito di chiudere RADIO ITALIA LIVE – IL CONCERTO spetta a Biagio Antonacci. Sul palco di piazza Duomo, insieme a lui, oltre all’orchestra ci sono nove musicisti.

Il cantautore saluta la sua Milano ed è subito “Pazzo di lei”. Tutti con i telefonini in mano per riprendere l’esibizione e a cantare: “Lei è sale, fa male ma porta quella cosa in più quando c’è poco sapore, amore e sale di una vita che ha senso, solo quando il godimento è buono e lento”.

Vamos”, Biagio incita piazza Duomo per “Sognami” con i suoi ritmi esotici: l’artista canta e si lascia andare ai movimenti di bacino che fanno impazzire le fan, mentre tra il pubblico si creano anche trenini.

Che meraviglia qui nella mia città Milano, che fantastica storia, come dice Antonello (Venditti ndr.) è la vita. Adesso facciamo una canzone importante, vieni qua Mario. E’ una canzone che unisce e parla di pace”, dice l’artista chiamando sul palco con Mario Incudine, l’artista siciliano con il quale ha collaborato per “Mio fratello”, l’ultimo singolo tratto dall’album “Dediche e manie”.

Con questa canzone diremo che non ci siamo fregare dalla paura, che non ci siamo fatti manipolare. Noi siamo qui abbracciati con la musica per salvare gli uomini che non hanno paura di ricatti. Questa canzone mette al centro l’uomo e Milano questa sera è al centro del mondo”, così Incudine introduce la canzone. Il pubblico si lascia travolgere da questo sound e batte le mani al cielo.

Grazie di cuore per questa notte milanese, grazie Radio Italia, grazie per la vostra pazienza e il vostro amore, grazie a tutti voi. Ancora una volta la musica ha vinto”, dice Biagio, passando il microfono anche a due persone tra il pubblico per un saluto.

Alla fine dell’esibizione, Antonacci chiama sul palco il fondatore ed editore di Radio Italia solomusicaitaliana Mario Volanti: “Ha ideato lui tutto questo quando nessuno credeva nella musica italiana, grazie a nome di tutti gli artisti italiani”, dice l’artista.

Dopo i ringraziamenti, Volanti dà appuntamento all’anno prossimo.


Autore:
Chiara Cipolla
16-06-2018 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO