Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA PORTO TORRES (SS) 106.000

Anna Tatangelo: Sanremo, la mamma, Gigi D'Alessio e Achille Lauro Tour di sei concerti - evento ad aprile e poi live per tutta l'estate 24-01-2019

Anna Tatangelo canta Le nostre anime di notte a Sanremo 2019, lancia il nuovo album di canzoni inedite La fortuna sia con me e va in tour con 6 concerti evento ad aprile nei club, per poi girare l'Italia in estate. Si commuove sul brano dedicato alla mamma e parla di vita privata, di Gigi D'Alessio, del figlio Andrea, del Festival e del disco: ecco la presentazione alla stampa oggi a Milano.

È fiera della sua ricerca su ogni dettaglio e groove delle 11 canzoni di questo settimo disco, in preorder dall'1 febbraio e in uscita l'8 in concomitanza con il Festival: arriva 4 anni dopo il precedente Libera e in seguito a sperimentazioni come il feat con Achille Lauro nella nuova versione di Ragazza di periferia, portata in gara all'Ariston nel 2005: “Con lui non finirà qui, attenzione” svela. Nella scaletta della tournée invece ci saranno i suoi successi rivisitati, da Doppiamente fragile in poi.

SANREMO 2019. L'album include Le nostre anime di notte, brano in lizza al Festival dove Anna Tatangelo torna per l'ottava volta, diretta dal maestro Adriano Pennino; è una ballad moderna scritta da Lorenzo Vizzini: “Vedrete la vera anima del pezzo nella serata dei duetti del venerdì con Syria, perché quando un pezzo è bello funziona anche a nudo, con un arrangiamento crudo e acustico. Volevo condividere questo pezzo anche con Beyoncè, l'ho chiamata per il venerdì ma non può (ride, ndr)”.

A 14 anni, a un concorso canoro, Anna cantò “L'angelo” di Syria e Pippo Baudo, che era in giuria, apprezzò molto, spingendo lei e suo padre a proseguire su quella strada, lasciando perdere il rock: 18 anni dopo la cantante si sdebita così con Syria. L'Ariston porterà sorprese anche dal punto di vista del look, perché lei sfoggerà “la mano” di un'eccellenza che su quel palco non si è mai vista. Domani girerà il video de Le nostre anime di notte: sarà un viaggio introspettivo di immagini ed emozioni.

All'Ariston mi vedo serena”, dichiara, “Canto una canzone in cui credo, mi porto dietro una serie di domande scontate sulla vita privata ma questo per me non deve diventare un problema. Sono contenta che non ci sia l'eliminazione, il regolamento non mi preoccupa perché il vero televoto sarà l'eventuale successo del pezzo post Sanremo. Questo Festival rappresenta una nuova fase e la prima volta che mi metto a nudo. Il brano è arrivato quando il disco era quasi chiuso e abbiamo capito subito che era quello giusto per Sanremo". Gigi D'Alessio ha confermato.

NUOVO ALBUM. La fortuna sia con me, la title track che apre il disco, è firmata da Giuseppe Anastasi che nel testo ha “fotografato” il caffè bevuto la mattina dopo la fine di una storia d'amore: “Rappresenta un cambio vita, un confronto con la solitudine, per ripartire da un caffè. La vita ha bisogno di fortuna per entrambi i protagonisti della relazione”, spiega Anna, “Il mondo è crudele perché è pieno di invidie, anche sui social, per fortuna c'è l'amore che ci salva”.

Gli autori dell'album sono persone umanamente vicine a me, coetanei, veri amici coi quali vado a cena la sera e con i quali è nata un'alchimia spontanea. Hanno saputo leggere dentro me: è un diario condiviso, come Anastasi aveva fatto con Arisa ne La notte”: tra le firme Giovanni Caccamo per 3 brani, Federica Camba, Daniele Coro e Niccolò Verrienti. La produzione artistica è di Placido Salomone, le sonorità sono sempre più internazionali ed esaltano la vocalità della cantante: “Quattro anni fa ho voluto cambiare tutto, anche gli autori, sono ripartita da zero perché avevo paura di giudizi e pregiudizi e per questo disco abbiamo provato e riprovato tutto più volte, per questo è stato necessario un po' di tempo”.

Chiedere scusa è il primo singolo estratto nella primavera 2018, composto da Matteo Buzzanca, mentre Tutto ciò che serve è un singolo estivo, positivo ed elettro pop scritto da Rory Di Benedetto; Anna Tatangelo ha come riferimenti Drake e Rihanna e vuole farli sentire: “Ci sono tante cose scritte da me, ma non ho bisogno di mostrarlo e di farlo pesare nei punti Siae, ho solo bisogno di farlo sentire alla gente”.

GIGI D'ALESSIO. Il nuovo album è molto autobiografico: “Queste canzoni raccontano anche della mia vita privata, se il mio compagno si chiama Gigi D'Alessio è un problema degli altri”, afferma la cantante di Sora, “Non è un handicap ma un punto di forza, il successo arriva quando chi ascolta si immedesima in un tuo pezzo perché racconta qualcosa che mette in comune tutti. In amore sono una nuova Anna, più consapevole”.

Ho 17 anni di carriera e un figlio”, continua Anna Tatangelo, “Prima avevo paura perché ero bombardata dai media e criticata per la mia vita privata: in tutti questi anni non ho mai parlato della mia storia con Gigi, neanche per difendermi. Oggi a 32 anni posso decidere di provare nuove strade e questo è il disco della mia maturità, perché la responsabilità è tutta mia, ma non rimpiango nulla del passato. Mio figlio Andrea vive ogni giorno me e i miei cambiamenti, è la persona che mi conosce meglio in assoluto”.

ACHILLE LAURO. A Sanremo la cantante ritrova il trapper che ha duettato con lei nella nuova Ragazza di periferia: “Non c'eravamo detti l'un l'altro che c'era la possibilità di presentarci, è bello ritrovarsi lì. Per me è un genio, ha tantissimo ancora da dare, diventa una scoperta giorno dopo giorno, da lui a Sanremo ci si aspetta altro, merita di andare in fondo: con lui non finirà qui. Loredana Bertè per me è un idolo, ci sono anche ragazzi nuovi come Irama ed altri: è un Sanremo moderno che raccoglie sia artisti storici sia appena usciti”.

Non mi sento una stella del pop”, continua, “Sono felice di essere una cantante conosciuta, mi ritengo una persona fortunata. Vedo quante artiste escono ogni giorno, basta andare su YouTube, anche se magari non passano in radio. Il duetto con Achille Lauro mi dimostra che ho fatto qualcosa di buono”.

LA MAMMA. Anna si commuove per il “viaggio riservato” alla madre in La condanna e la felicità di Eugenio Darie; è un tenero ricordo di quando si era bambini e “il cielo era sereno”, dei momenti da vivere insieme e degli insegnamenti appresi, come quello di non smettere mai di sognare, e della consapevolezza che la condanna alla felicità è nelle piccole cose: camminare scalzi, mostrare le rughe e vivere serenamente senza eccessi a tutti i costi.

È un pezzo introspettivo”, racconta la Tatangelo, “Non è un singolo ma è una parte fondamentale di me: anni fa le ho dedicato 'La più bella' e anche quest'anno mi andava di dedicarle un pezzo. Il suo esempio più grande è stato non giudicarmi”.

Ecco la tracklist con i titoli delle 11 canzoni:
1. Chiedere scusa
2. Ragazza di periferia ft Achille Lauro & Boss Doms
3. La fortuna sia con me
4. Tutto ciò che serve
5. Le nostre anime di notte
6. Perdona
7. La vita che vive
8. L'attesa
9. Astronauti
10. La condanna e la felicità
11. Amami domani


Autore:
Francesco Carrubba
24-01-2019 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO