Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA BATTIPAGLIA (SA) 104.300

Andrea Bocelli: la figlia Virginia sarà con lui al Teatro Regio di Parma A Radio Italia ha detto: "Virginia mi aiuterà. Farà parecchio" 26-11-2020

Andrea Bocelli presenta a Radio Italia il suo nuovo album Believe, uscito il 13 novembre in tutto il mondo con 17 tracce legate al tema della fede. Tra queste canzoni c'è un inedito composto dal Maestro Ennio Morricone e scritto da Pacifico. Ci sono anche duetti con Alison Krauss e Cecilia Bartoli, già vincitrici di Grammy Awards.

Inoltre, Andrea Bocelli ha parlato del suo primo concerto in streaming, Believe in Christmas, previsto sabato 12 dicembre al Teatro Regio di Parma

(Mauro Marino) Believe esce a 21 anni da Arie Sacre...

(Andrea Bocelli) E' un disco po' matto. Anche quando ho fatto Arie Sacre, mi è stato detto: "Ma ne vuoi vendere tre copie? Una alla mamma, una alla zia...". In realtà, è stato il disco sacro più venduto di sempre. Believe è nato durante il lockdown, quando sono tornato al pianoforte.

(Manola Moslehi) Ma come hai scelto i brani dell'album? Tra l'altro, molti sono legati alla tua infanzia....

(AB) Ho seguito i canoni del bello. Ho scelto quello che mi è piaciuto di più. Ci sono brani che le persone avranno sentito dalle vecchiette, durante le processioni (ride). È il caso di Mira Il Tuo Popolo. Ho pensato di rifarlo per restituirgli la dignità che merita. 

(Mauro) Ritorni un po' giovane con queste canzoni...

(AB) Sì, perché ci sono brani legati alla mia infanzia, ma non solo. Alcuni non li conoscevo. Li ho scoperti di recente. Ad esempio, Preghiera di Francesco Paolo Tosti l'ho scoperta per caso su YouTube, nella versione cantata da Placido Domingo. Me ne sono innamorato. Nonostante avessi studiato Francesco Paolo Tosti, non conoscevo questo brano.

(Manola) C'è anche Inno Sussurato, scritto da Ennio Morricone...

(AB) Sì, l'ha scritto un mese prima di morire. Voleva che diventasse una preghiera. Non era la prima volta che lavoravo con Ennio. Ci siamo visti, ma quella volta è stata un'emozione indescrivibile.

(Mauro) Hai anche due ospiti che hanno vinto il Grammy...

(AB) Infatti sono molto geloso del fatto che loro lo abbiano vinto e io no. Chissà... Comunque, Cecilia (Bartoli) è un mostro sacro. Abbiamo già cantato insieme. Siamo amici. L'ho coinvolta in occasione di Arie Sacre, ma quella volta non se n'è fatto nulla. Questa volta sì, invece. Ci sono riuscito. Sono molto testardo. Alison (Krauss) ha una voce bellissima, femminile. Curiosando, ho scoperto che è una donna di grande profondità. Sapete, di solito, prima di collaborare con qualcuno, vado a sbriciare qualcosa su di lui/lei. 

(Mauro) Cosa provi quando ti riascolti? Perché noi quando ti ascoltiamo abbiamo i brividi...

(AB) Io non mi riascolto mai. Non imparo nulla quando mi ascolto (ride). Mi ascolto solo sono in studio, prima che il mio lavoro sia prodotto. Poi basta. Mi annoio a riascoltarmi. 

(Manola) A uno dei tuoi nuovi progetti prenderà parte anche Virginia, tua figlia...

(AB) Virginia segue la tradizione di famiglia: iniziare a lavorare molto presto (ride). Virginia è stata coinvolta da Franco Dragone che si occupa della scenografia di Believe in Christmas, il mio primo concerto in streaming. Virginia mi aiuterà, ma non so esattamente cosa farà. Farà parecchio, però.

(Mauro) Believe in Christmas verrà trasmesso in live streaming in tutto il mondo il 12 dicembre dal Teatro Regio di Parma... 

(AB) Sarà il mio primo concerto in streaming. Sarà un grande concerto. Solitamente, prima di un'esibizione, sono nervoso per il pubblico. Questa volta sarò nervoso ugualmente anche se non ci sarà il pubblico. Anche perché non riuscirò a capire se riceverò apprezzamenti o no. Sarà anomalo. Ma faremo fronte anche a questo. Poi, il Teatro Regio è storico: fa tremare tutti dall'agitazione. Quando mi sono esibito per la prima volta, speravo che bruciasse, così veniva annullato il concerto (ride). È un teatro molto bello, che diventerà ancora più bello con le scenografie di Franco Dragoni.

(Mauro) Il nuovo album si intitola Believe, che in italiano significa "credere". In cosa, secondo te, bisogna credere?

(AB) Prima di tutto in quello che si fa. È molto importante anche la fede, secondo me. Senza fede la vita perderebbe di significato. Per spiegare il mio percorso spirituale, racconto sempre questa storia: due uomini si incontrano davanti alla Pietà di Michelangelo. Uno dice: "Chi l'avrà fatto? La pioggia". L'altro, invece, dice: "Credo un certo Michelangelo". Ecco io sono il secondo: il mio percorso spirituale nasce da un concetto terra, terra. 

(Mauro) C'è anche una versione originale dell'Ave Maria...

(AB) Sì, Believe è un disco eterogeneo. Ce n'è per tutti i gusti. È un piacere essere stato con voi e con gli ascoltatori di Radio Italia. Spero che si possa a tornare a vivere momenti come quelli di RADIO ITALIA LIVE - IL CONCERTO. Quello che è successo ha cambiato le nostre abitudini. Bisogna però essere ottimisti.


Autore:
Mara Bizzoco
26-11-2020 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO