Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA CINISELLO BALSAMO (MI) 106.700

Achille Lauro canta il 1920 con Annalisa, Gigi D'Alessio e l'orchestra Il nuovo album è un side project registrato live con The Untouchable Band 04-12-2020

1920 - Achille Lauro & The Untouchable Band è un nuovo album registrato live con orchestra e con brani in duetto con Annalisa, Gigi D'Alessio e altri: è il side project che chiude la trilogia di repack del passato dopo 1990 e 1969 - Achille Idol Rebirth, già Disco di Platino.

Il disco esce oggi su tutte le piattaforme digitali e negli store in formato cd e vinile. Big party, paillettes, black swing, gessati, Chicago, vecchi Gangster italo-americani: il progetto prende ispirazione dal desiderio di leggerezza nato durante il Proibizionismo dei primi anni del ‘900 e dalle atmosfere musicali che proprio in quegli anni hanno trovato le loro radici.

Gli anni ruggenti, li chiamano. I roaring Tweenties sono il decennio che ospita il mio side project”, dichiara Achille Lauro, “Raccontano un'epoca di liberazione, sfogo, reazione, evoluzione. Sono gli anni del primo dopoguerra, della fine dell'influenza spagnola, di una breve e meravigliosa parentesi in cui l'umanità ha trovato sconsolato riparo. Come un sogno, gli anni 20 sarebbero svaniti presto, ma si sarebbero portati dietro il dolceamaro della nostalgia”.

Il nuovo album 1920 - Achille Lauro & The Untouchable Band è composto da 8 brani, tra inediti e riedizioni in pieno ritmo jazz anni ‘20, un dialogo tra passato e presente, l’improvvisazione più ricercata: cover come My Funny Valentine, Tu vuò fa’ l’americano e Jingle Bell Rock, inediti tra cui Piccola Sophie, Pessima e Chicago, riedizioni come Cadillac 1920 e Bvlgari Black Swing. L'artista aggiunge al progetto la collaborazione di importanti artisti del panorama musicale italiano: Gigi D’Alessio, colonna portante della musica italiana; Izi e Gemitaiz, affermate star del mondo urban; Annalisa, ormai al fianco di Achille Lauro dall’incredibile esibizione sul palco del Festival di Sanremo 2020.

È proprio Jingle Bell Rock feat Annalisa, il primo singolo estratto dal nuovo progetto, un grande classico del Natale che consolida la collaborazione tra i due artisti: nata sul palco dell’Ariston con la struggente interpretazione de Gli uomini non cambiano di Mia Martini e proseguita con Sweet Dreams in 1990, i due sono ormai una coppia artistica affiatata e capace di impreziosire ogni brano in cui si trova a lavorare insieme. Achille Lauro e Annalisa lo fanno questa volta con il primo singolo estratto dal side project pronto a scaldare i giorni di festa attraverso l’incredibile vocalità di Annalisa e la travolgente interpretazione di Achille Lauro e la sua orchestra.

L’artista decide di superare ancora una volta se stesso e in 1920 - Achille Lauro & The Untouchable Band torna in una veste completamente rinnovata, si reinventa dedicandosi anche alle partiture per l'orchestra e per i cori, stupendo ancora una volta con sonorità inedite. Così l’artista descrive questo nuovo capitolo del suo viaggio musicale: “Sono tornato completamente cambiato da questo viaggio negli anni ’20. La mia concezione di fare musica è sconvolta, tutto ciò che pensavo prima si è capovolto. Inizialmente mi concentravo solo sulla mia ossessione di seguire da vicino tutti i minimi dettagli del lavoro; oggi, grazie a questa trilogia ‘69 - ‘90 - ‘20, ho capito che è stato tutto solo l’entrée di quello che sto per proporre”.

1920 - Achille Lauro & The Untouchable Band è la prima esperienza di produzione di un intero album live per l’artista: dopo il live di Taranto con l’orchestra della Magna Grecia diretta dal maestro Piero Romano, Achille Lauro incide un intero progetto musicale con la Untouchable Jazz Band, guidata dal Maestro Dino Plasmati. Partecipazioni d’eccezione, quali quella del maestro Israel Varela alla batteria, o del maestro Flavio Boltro alla tromba, impreziosiscono la già favolosa performance della LJP Jazz Band, che vanta eccellenti musicisti della tradizione jazz e swing. Un’orchestra di ottoni, piano, chitarre e bassi colora il black and white anni ‘20, dipingendo un perfetto quadro di gangster italo-americani, alle prese con cocktail di sonorità spumeggianti e dorate note jazz. Un burrascoso party alla Grande Gatsby, tutto dal vivo, che unisce alla tradizione della musica jazz l’esperienza di una band di musicisti dal valore artistico unico e l’estro folle dell’artista più discusso degli ultimi anni, che questa volta adatta a sua immagine una big band, scrive parti e dirige un quartetto di coristi. Il side project sarà raccontato da Achille Lauro lunedì 14 dicembre, alle ore 19:00, durante un evento digitale.


Autore:
Francesco Carrubba
04-12-2020 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO