Menu
Ora in onda
ASCOLTA Radioitalia GUARDA Radioitalia TV WEBRADIO
Ascolta
TROVA LA TUA FREQUENZA MASSA (MS) 104.700

Le Luci della Centrale Elettrica

BIOGRAFIA

Le luci della centrale elettrica è il progetto musicale, nato nel 2007, del cantautore ferrarese Vasco Brondi. Il nome si riferisce alle illuminazioni dell'ex polo industriale Montedison della città natale del cantautore, Ferrara.

Esordisce come cantautore nel 2007 con il nome Le luci della centrale elettrica, autoproducendo una demo dal titolo omonimo (Le luci della centrale elettrica), che riceve buoni riscontri di critica. Nel maggio 2008 ha pubblicato il suo album d'esordio Canzoni da spiaggia deturpata, prodotto da Giorgio Canali (CCCP, CSI, PGR, Rossofuoco), che riprende alcune canzoni dal precedente lavoro. L'album vince la Targa Tenco 2008 come Miglior Opera Prima cantautorale dell'anno.

Il tour d'esordio costruito da Virus Concerti, ha contato quasi 200 date in tutta Italia e si è concluso al teatro Ariosto di Reggio Emilia, con la seguente formazione sul palco: Vasco Brondi (chitarra e voce), Giorgio Canali (chitarra elettrica e voce), Daniela Savoldi (violoncello), Rodrigo D'Erasmo (violino), Davide Toffolo (disegni dal vivo). Il progetto Le luci della centrale elettrica diventa un laboratorio creativo e nel corso del tour si affiancano a Vasco Brondi alcuni dei musicisti più importanti del panorama italiano: da Enrico Gabrielli (Mariposa) a Rodrigo D'Erasmo (Afterhours), da Alessandro “Asso” Stefana a Stefano Pilia (Massimo Volume).

Nel 2008, oltre alla Targa Tenco, il disco si aggiudica il Premio FIMI, il premio MEI, il Premio Musica & Dischi e il Premio Fuori dal Mucchio della storica rivista di musica Il Mucchio Selvaggio. Tra il 2007 e il 2010 inoltre, apre i concerti di artisti del calibro di Subsonica, Blonde Redhead, Notwist e Vinicio Capossela. È stato ospite speciale in cinque concerti diversi dello spettacolo teatrale degli Afterhours. Inoltre la canzone Per combattere l’acne viene scelta per la colonna sonora dei titoli di coda del film Fuga dal call center di Federico Rizzo.

Il 9 novembre del 2010 ha pubblicato il suo secondo album Per ora noi la chiameremo felicità anticipato il 19 ottobre dal video del primo singolo estratto, Cara catastrofe; mentre il secondo estratto è Quando tornerai dall'estero. Subito dopo inizia il tour teatrale che vede Le luci della centrale elettrica protagonista sui palchi di sei teatri di Roma, Firenze, Verona, Milano, Bari e Ferrara. A gennaio del 2011 inizia il tour dei club che parte con quattro sold-out consecutivi. Il disco entra al 24º posto nella classifica FIMI.

Nell’aprile del 2011 Jovanotti vuole Le luci della centrale elettrica come opener del suo Ora in Tour, che ha preso il via il 16 aprile da Rimini e che porta il cantante ad esibirsi ogni sera davanti a migliaia di persone. Nello stesso periodo il regista Daniele Gaglianone chiede a Brondi una canzone da inserire nella colonna sonora e nei titoli di coda del suo film Ruggine, che annovera tra i protagonisti Stefano Accorsi, Valeria Solarino e Valerio Mastandrea.

Nel luglio 2011 lo scrittore e giornalista Marco Lodoli, pubblica un articolo su Il Venerdì di Repubblica nel quale paragona Vasco Brondi a Francesco De Gregori e proprio quest'ultimo vuole l'artista ferrarese con sé sul palco del Traffic Festival di Torino, dove gli concede l'onore di chiudere il concerto con una versione inedita di Viva l'Italia, arrangiata dallo stesso Vasco per l'occasione. Nel 2011 viene pubblicato il brano Un campo lungo cinematografico, colonna sonora del film Ruggine di Daniele Gaglianone.

Il 2 dicembre 2011 esce l'EP C'eravamo abbastanza amati in allegato al numero di dicembre della rivista XL Repubblica. Questo contiene il brano Un campo lungo cinematografico, tre cover di altrettanti brani, una versione alternativa di L'amore ai tempi dei licenziamenti dei metalmeccanici chiamata 'versione con vista dai tetti' e due brani registrati live (Piromani con Rachele Bastreghi e Oceano di gomma, cover degli Afterhours, con Manuel Agnelli).

Nel settembre 2013 inizia a lavorare su un nuovo disco assieme a Federico Dragogna dei Ministri. Nel dicembre seguente comunica il 4 marzo 2014 come data di rilascio del terzo album in studio. Viene poi annunciato il titolo che è Costellazioni. Nel frattempo partecipa alla riedizione dell'album Hai paura del buio? degli Afterhours, collaborando al rifacimento del brano Simbiosi insieme a Der Maurer.

Il primo singolo estratto da Costellazioni è I destini generali, rilasciato il 28 febbraio 2014 di cui viene diffuso anche un videoclip animato diretto da Michele Bernardi e interpretato da Alice Guazzotti. 

Discografia Per ora noi la chiameremo felicità

Per ora noi la chiameremo felicità

  • Cara catastrofe
    2014
  • Quando tornerai dall'estero
    2014
  • L'amore ai tempi dei licenziamenti dei metalmeccanici
    2014
  • Per respingerti in mare
    2014
  • Le ragazze kamikaze
    2014
  • Una guerra fredda
    2014
  • Anidride carbonica
    2014
  • I nostri corpi celesti
    2014
  • Fuochi artificiali
    2014
  • Le petroliere
    2014

Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per le proprie funzionalità e/o per inviarti pubblicità, contenuti e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

ACCETTO