Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece previsti cookie tecnici e di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se accedi a qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

ACCETTO
Menu
Ora in onda

Fausto Leali, 30 anni di Io amo: “Presto una festa con Toto Cutugno” Il rap, Clementino e Sanremo: il ritorno nel 2018 a 50 anni dal debutto? 19-05-2017

Fausto Leali prepara una festa per i 30 anni di “Io amo” con Toto Cutugno e Franco Fasano e nel 2018 celebrerà i 50 anni dal primo Sanremo: “Prima o poi arriverà il premio alla carriera…”. Intanto ci sono i successi e i duetti del disco “Non solo Leali”, che contiene il feat con il rap di Clementino e l’ultimo singolo, la cover di “Gianna” ricantata con Enrico Ruggeri. L’artista racconta tutto nella video-intervista #atupertu, visibile in questa notizia di radioitalia.it.


IL RAP. Tra gli ospiti dell’album “Non solo Leali” c’è Clementino: “Sì, mi piace l’hip hop, io poi sono filo-americano e lo sentivo già fare più di 30 anni fa. Il prodotto italiano è sempre in via di miglioramento. Con Clementino ho voluto subito realizzare un’idea: avevo già rifatto nel 1975 un arrangiamento particolare di ‘Vierno’, una canzone classica napoletana, e poi ho deciso di ritoccarla per poterci inserire la botta rap di Clementino: volevo far capire che le due cose possono convivere”.

“IO AMO”. Tra i tanti successi di Fausto Leali ci sono “Mi manchi”, “A chi” che nel 2017 compie 50 anni e “Io amo”, quarto a Sanremo nel 1987, che sempre quest’anno ne fa 30: “È vero. Festeggio ‘A chi’ parecchie volte, ma non ho celebrato questo 50esimo in particolare. Per il 30esimo di ‘Io amo’ invece c’è un progetto con Franco Fasano: faremo una festa, una serata, e vorremmo invitare Toto Cutugno perché loro due hanno scritto insieme questa canzone, che è stata un grande successo”.

SANREMO. Nel 2018 saranno 50 anni dal primo Festival di Sanremo di Leali, che presentò il brano “Deborah” con Wilson Pickett. Sarebbe bello festeggiare la ricorrenza proprio all’Ariston? “Questo dipende: se mi invitano… Prima o poi dovranno darmi il premio alla carriera, quello che nessuno vorrebbe e nessuno è contento di andare a ritirare. In gara mi sono presentato un paio di anni fa però il brano non è stato accettato… Per il prossimo, non ho idea, perché sono un po’ deluso dall’ultimo Sanremo dove alcuni colleghi coetanei, ma anche più giovani, sono stati buttati fuori malamente: allora, c’è da pensare se vale la pena o no”.

NON SOLO LEALI. La voce di Fausto Leali, all’età di 72 anni, è sempre un marchio di fabbrica, che mette un timbro inconfondibile anche sull’ultimo disco “Non solo Leali”, ricco di duetti e hit: “Nella mia vita questo disco rimarrà il mio orgoglio”. Ma c’è una voce del panorama musicale da cui è particolarmente colpito? “Ce ne sono tante ma non deve trattarsi per forza di una voce che assomigli alla mia: anzi, quelle le odio, fanno concorrenza! Ci sono molti amici, non posso dirne uno, due o tre, dovrei dirne almeno 20”. Fausto ha raccontato il disco in diretta a Radio Italia.

19-05-2017 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY